Cinque milioni di euro per il “Contratto di ricollocazione – Generazioni” dedicato alle persone tra i 30 e 39 anni prive di impiego. Il bando pubblicato oggi dalla Regione Lazio è rivolto agli enti accreditati nel sistema regionale, i quali potranno svolgere il servizio di accompagnamento al lavoro. Gli enti accreditati dovranno prendere in carico i giovani trentenni che aderiranno al contratto di ricollocazione, costruire insieme a loro un percorso personalizzato per l’inserimento lavorativo, sia autonomo sia subordinato. I cittadini interessati potranno iniziare a inviare in via telematica la loro domanda di partecipazione a partire dal 4 settembre 2017. I requisiti per aderire sono: essere residenti nel Lazio, avere un’età compresa tra i 30 e 39 anni, essere privi di lavoro. Il bando è a sportello fino a esaurimento delle risorse disponibili.

“Il contratto di ricollocazione mette al centro la persona- spiega Lucia Valente, assessore al Lavoro, Pari opportunità e Personale della Regione Lazio- E’ sulla persona, sulle sue capacità e sulle sue potenzialità che viene costruito il percorso di accompagnamento intensivo al lavoro. La misura prevede anche l’attivazione di percorsi aggiornamento professionale e la possibilità di effettuare tirocini extracurriculari. L’obiettivo di questa politica attiva del lavoro è sostenere le persone prive di lavoro, supportandole con un sistema innovativo di servizi incentrato sulla cooperazione tra i Centri per l’Impiego della nostra Regione e i soggetti privati accreditati”.

Condividi con: