In Ricordo di Emanuele Luzzati. Creatività, Fantasia e Incanto

17

In Ricordo di Emanuele Luzzati

Creatività, fantasia, incanto

di Sergio Salvatori

 

Emanuele Luzzati, spesso chiamato con il diminutivo Lele Luzzati é stato uno scenografo, animatore e illustratore italiano, maestro in ogni campo dell’arte applicata. Luzzati nasce a Genova nel 1921, studia e si diploma a Losanna: all’Ecole des Beaux Arts. Pittore, decoratore, ceramista, si dedica alle scene ed ai costumi teatrali e più tardi all’esecuzione di film e disegni animati (La Turandot, la gazza ladra, Pulcinella, che ha ottenuto una nomination all’Oscar, il Flauto Magico in collaborazione con Giulio Giannini). La vulcanica teatralità dello scenografo Emanuele Luzzati, non si può confondere con altri scenografi, anch’essi affermati nello scenario produttivo, ma Luzzati è la figura tra le più interessanti per la sua rilevante produzione sia nel teatro, nell’illustrazione, nel cinema d’animazione, e sia nell’inoltrarsi della progettazione di giardini per bambini, con il parco giochi di Santa Margherita Ligure. Giorgio Strehler scrive nel rinomato catalogo della mostra a lui dedicata a Parigi nel 1996: “Di fronte alle scenografie di Emanuele Luzzati si ha di solito sempre l’impressione di finire mani, piedi e pensieri dentro un sogno”. La scenografia è il terzo elemento che, oltre al testo recitato, costituisce una parte essenziale, imprescindibile dello spettacolo. Chiaramente, nel corso del tempo la scenografia ha avuto un processo di sviluppo, cambiando la sua funzione in vari modelli di spettacolo; in seguito in ogni campo della manifestazione teatrale, fino all’opera in musica e nel cinema, è introdotta la figura del regista, e l’immagine dello scenografo è scesa d’importanza. Tanti scenografi quindi, si sono trasformati in registi, e tra questi il più conosciuto in Italia è certamente, Pier Luigi Pizzi, ma anche tra gli altri, è l’interessante Emanuele Luzzati, che abolisce la regola prospettica, la distorce, e il risultato visivo è “illusione scenica, invenzione pura”. Emanuele Luzzati ha esposto alla Biennale di Venezia nel 1972 nella sezione Grafica Sperimentale. Ha illustrato le fiabe italiane di Italo Calvino. Nel 1992 dall’Università di Genova, gli è assegnata la Laurea honoris causa in Architettura. Preso da un malore improvviso, il 26 gennaio 2007 nella sua casa di Genova, dove aveva abitato tutta la vita, Emanuele Luzzati, (Lele) se n’è andato, ma ci ha lasciato una innumerevole quantità di modelli, bozzetti, fotografie, capolavori grafici, testi scritti su appunti, libri, poesie e la sua grande umanità.


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.