CISTERNA – Omicidio di Elisa Ciotti, processo in Corte d’Assise per il marito.
Si comincia  il 10 luglio davanti ai giudici della Corte di Assise di Latina.

Il 37enne di Cisterna il 10 giugno dello scorso anno uccise la moglie, Elisa Ciotti, con un colpo di martello alla testa, durante una discussione all’interno del loro appartamento nel quartiere San Valentino a Cisterna. Poi era uscito di casa ed era stata la figlia di 10 anni della coppia – che si stava separando – a trovare il corpo senza vita della donna.

L’uomo, ieri mattina è comparso davanti al giudice per l’udienza preliminare del Tribunale di Latina Giuseppe Molfese, il quale ha respinto le richieste degli avvocati Luca Melegari e Fabrizio Mercuri, che volevano ottenere un rinvio in attesa che la Corte Costituzionale decida sulla possibilità di accesso al rito abbreviato per chi è accusato di omicidio aggravato, possibilità che dallo scorso anno è vietata. La parte civile rappresentata dall’avvocato Floriana Coladarce si è opposta e il giudice alla fine ha rinviato a giudizio Trabacchin fissando l’udienza, davanti alla Corte di Assise per il 10 luglio.

 

 


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.