A Villa Latina dopo l’omicidio sarà lutto cittadino. Un comune sconvolto

147

Il giorno dopo l’omicidio di Armando Tortolani il paese vive come in una realtà sospesa. Nessuno ha voglia di commentare, nessuno parla. Il silenzio e i volti cupi hanno il sopravvento. Si avverte un’atmosfera di grande tristezza e al contempo di sgomento per un fatto di sangue inimmaginabile in una piccola e tranquilla comunità come quella di Villa Latina.
Come i suoi concittadini, anche il sindaco Luciano Persichini è molto scosso dall’efferato delitto di domenica sera. Ieri mattina ha incontrato alcuni familiari di Armando che si sono recati in Comune per il disbrigo delle pratiche. Ha parlato con loro rappresentando il dolore dell’intero paese per questa orribile vicenda che ha spezzato i sogni dell’imprenditore e distrutto due famiglie.

«Sicuramente proclameremo il lutto cittadino nel giorno dei funerali – dice il sindaco – Ciò che è accaduto è una cosa talmente grande che questo è il minimo che si possa fare». Intanto il paese è ancora sotto shock. «Sono entrato in un bar per un caffè – conferma Persichini – c’era un silenzio assurdo, nessuno parlava. In paese c’è un’aria spettrale. Aspettiamo di capire perché sia successa una cosa così tremenda».

«Il brutale omicidio di Armando sconvolge Villa Latina e l’intera Val di Comino – gli fa eco il consigliere provinciale Luigi Vacana – Pensavamo di essere immuni da tragedie del genere, invece no. Ci sbagliavamo. Il killer a quanto pare non veniva da un altro pianeta, e neppure da chissà dove: uno di noi insomma. Ecco, guardiamoci meglio intorno e guardiamoci pure più approfonditamente allo specchio. Occorre lavorare tutti, e in fretta, per sradicare in ogni modo la cultura della violenza».

(Fonte Ciociaria Oggi )


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.