SONNINO – Sequestro da 20 kg di generi alimentari privi di tracciabilità in un esercizio commerciale di Sonnino, il cui titolare, un ventinovenne residente nel comune in provincia di Latina, è stato sanzionato anche per carenze nei requisiti igienico-sanitari, per una contravvenzione pari a 3500 euro.

Ad intervenire due giorni fa, oltre ai carabinieri dei Nas di Latina, anche i militari della locale Stazione, con il supporto dell’unità cinofila antidroga di Roma Galeria, che ha permesso di rinvenire anche 0,19 grammi di marijuana.

Successivamente la perquisizione è stata estesa al domicilio del ventinovenne, nella quale è stata rinvenuta altra sostanza stupefacente dello stesso tipo, questa volta del peso di grammi 0,91, e che ne ha causato la segnalazione all’autorità prefettizia.

Il giovane, tra l’altro, al fine di evitare la perquisizione in casa, ha dichiarato ai militari di abitare in un altro luogo, venendo così denunciato per falsa attestazione a pubblico ufficiale.


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.



Articolo precedenteChimica: salvifico e fecondo bene comune dell’umanità
Articolo successivoL’under 17 della Vis Sezze vince il campionato regionale di categoria, i complimenti del sindaco Lucidi