LATINA – E’ stato assolto il giovane 29enne che aveva offerto 2mila euro al mese a due agenti di polizia penitenziaria, cercando di corromperli, per avere in cambio droga e cellulare.

I fatti risalirebbero al 2019 ma per il Tribunale il fatto non sussiste. L’uomo aveva chiesto a due agenti di custodia di avere un cellulare e della cocaina, chiedendo loro i codici della Postepay per versare denaro (2mila euro al mese). Le guardie avevano denunciato l’accaduto e da allora era stato iscritto nel registro degli indagati.

Questa mattina la difesa del 29enne ha chiesto che venisse giudicato con il rito abbreviato mentre il pm ha chiesto una condanna a tre anni di reclusione. In conclusione della camera di consiglio, il gup lo ha assolto perché il fatto non sussiste, ritenendo non credibile l’imputato nel momento in cui prometteva il denaro.


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.



Articolo precedenteScivola e gli parte un colpo durante una battuta di caccia. Cacciatore trasportato al Gemelli
Articolo successivoSabaudia. Danneggiata la fontanella dietro il Comune, le telecamere riprendono i responsabili