FROSINONE – La Bellator Frusino è pronta per la nuova stagione. Francesco D’Alfonso, direttore sportivo della società ciociara presenta la nuova stagione con un’intervista.

– Come si trova nel nuovo ruolo?

Come prima cosa volevo ringraziare pubblicamente Mr. Spaziani ed il Presidente Carotenuto per la fiducia riposta nei miei confronti e per l’affetto e la stima che mi dimostrano da quando mi hanno accolto in questa società, ormai 3 anni fa. Per me ricoprire il ruolo di DS della Bellator Frusino è allo stesso tempo un onore ed un piacere ma anche un grande impegno, carico di responsabilità, che intendo onorare al 101% delle mie qualità umane e pallanuotistiche e, a tal proposito, vorrei ringraziare e festeggiare questo mio importante traguardo sportivo con la persona alla quale devo tutte le mie conoscenze sulla pallanuoto, il mio storico allenatore, Mr. Vasko Vuckovic che ha sempre creduto in me, fin da quando ero un giovane che praticava la pallanuoto a Latina, i suoi insegnamenti mi sono serviti moltissimo durante il mio percorso negli ultimi 10 anni, sia da giocatore che a livello dirigenziale.
Come accennato pocansi, il ruolo del DS è molto importante, egli è una figura di raccordo tra il comparto squadra/allenatore e la Dirigenza. Devo dire che, per svariati motivi, mi sto trovando molto bene in questa nuova veste all’interno della società, primo fra tutti perche quest anno, a differenza di quando ero solamente il Dirigente/accompagnatore, mi sono occupato del mercato della prima squadra e ho avuto modo di risentire e rincontrare miei vecchi compagni di squadra e vecchi amici che militano tra Latina e Roma, insomma, mi sono divertito molto ad imbastire le mediazioni con i vari giocatori. Un altro motivo, per esempio, è la grande sinergia, disponibilità e serietà che quotidianamente mi offre la società”.

– La squadra è molto cambiata?

Rispetto alla scorsa stagione dove siamo partiti decisamente in ritardo con la costruzione della prima squadra, per motivi logistici dovuti ai ritardi dalla Federazione, quest anno fortunatamente abbiamo potuto iniziare a lavorare fin da subito nel plasmare una rosa competitiva, un mix di esperienza e gioventù. La squadra dello scorso anno, come tutti sappiamo, era formata da tutti ragazzi giovanissimi, il più anziano aveva 23 anni, quasi tutti alla prima esperienza in serie C. Il primo obiettivo di mercato della società, al quale lavoravo da mesi, è stato Simone Onida. Simone, fin da subito, ha sposato il nostro progetto e si e messo a disposizione della squadra, generando una ventata di cambiamento ed entusiasmo che ha portato a mano a mano a chiudere molti altri colpi importanti, di esperienza, come quelli di: Massimo Perna, Federico Todini, Mattia Giampietro, Claudio Cipriani, Jacopo Fiorani (P) e Valerio Serraiocco, tutti giocatori che fino allo scorso campionato e durante le loro carriere hanno militato in squadre di serie A2 e serie B. Passiamo al comparto dei giovani: ci tenevo a dire che abbiamo riconfermato tutti i nostri ragazzi del vivaio della Bellator, questo per loro sarà un anno molto importante, avranno l’opportunita di allenarsi con atleti che si portano dietro un ricco bagaglio pallanuotistico, possono solo che migliorare, allenamento dopo allenamento. Per completare la squadra, abbiamo introdotto nella nostra rosa anche altri 6 giovanissimi atleti provenienti dalla società CC Lazio, tutti under20 ed un under18 e tutti con una consolidata esperienza nel campionato di serie C, a tal proposito ringrazio il Presidente Furlan ed i Dirigenti della CC Lazio per la ferrea collaborazione e la grande amicizia e stima reciproca che si e venuta a creare fra le nostre due società”.

– Che stagione si aspetta?

Mi aspetto sicuramente una buona stagione, come ho già detto abbiamo costruito una prima squadra molto competitiva e ricca di ottimi elementi, questo mi rende molto ottimista in ottica futura, mi aspetto una crescita esponenziale non solo dei giovani che disputeranno il campionato di serie C ma anche di tutto il settore giovanile che trascorrerà un anno a contatto con giocatori esperti dai quali possono imparare molto, già solo guardando le partite e gli allenamenti. A dirla tutta mi aspetto che, oltre gli atleti, l’intero movimento che ruota intorno al mondo Bellator (staff, tifosi e sponsor) cresca, giorno dopo giorno. La società sta lavorando molto bene, in poche settimane siamo riusciti a chiudere diverse importanti sponsor partnership e non nego che a giorni ne potrebbero arrivare delle altre, veniamo contattati quotidianamente da nuovi appassionati che vogliono conoscere ed avvicinarsi al mondo della pallanuoto in ciociaria, tutto ciò è semplicemente fantastico!
Abbiamo anche ampliato il nostro staff, da quest anno abbiamo a disposizione il fisioterapista ed il preparatore atletico, valori aggiunti al nostro progetto di crescita generale della Bellator. Non potevamo fare a meno anche del Social Media Manager, figura fondamentale per la visibilità della società, tramite le nostre attivissime pagine social, sul web.

– Un parere sulle avversarie?

Ho seguito abbastanza i movimenti delle altre squadre, non siamo sicuramente gli unici ad esserci mossi sul mercato, anzi, alcune società hanno messo a segno grandi colpi di giocatori provenienti da esperienze nei campionati di serie A2 e serie B, posso sicuramente dire che non sarà un campionato di livello basso, questo mi rende molto fiducioso per la crescita dei giovani, fa sempre bene giocare contro giocatori esperti. La notizia è fresca di giornata, siamo stati sorteggiati nel girone Lazio/Abruzzo, dove incontreremo squadre esperte che disputano il campionato di Serie C ormai da diversi anni, non sarà sicuramente un campionato facile ma, ne sono sicuro, sarà un campionato molto avvincente! Posso dirvi che daremo sicuramente il massimo ad ogni incontro, contro qualsiasi squadra, mantenendo sempre alto il livello della concentrazione, ci stiamo allenando bene e non vediamo l’ora di giocare”.

– Come procede l’inserimento dei nuovi? Come vede i Giovani? Gruppo storico Bellator?

Cito un mio vecchio allenatore del passato che diceva sempre “Il nostro uomo in piu? Il Gruppo!”
L’inizio della stagione procede meglio di come me lo ero immaginato, abbiamo formato un gruppo in primis di uomini e poi di giocatori di pallanuoto. Sono molto contento da quello che vedo negli allenamenti a cui partecipo, sono entusiasta della componente che si sta creando, vedo nei più blasonati la voglia di fare bene e di aiutare a migliorare i propri compagni meno esperti ma, vedo altresì, la caparbietà e l’impegno di questi ultimi che, con umiltà e diligenza, ascoltano i preziosi consigli dei Senatori e danno il loro 110% durante gli allenamenti per raggiungere l’armonia di una vera squadra che si muove all’unisono. Quest anno la rosa è molto lunga, sono contento di questo perché tutti i ragazzi daranno il loro massimo impegno durante gli allenamenti per guadagnarsi la convocazione, questo vale anche per i portieri, visto che ne abbiamo ben 3 in rosa: siamo riusciti a chiudere sull’ esperto Jacopo Fiorani, portiere molto conosciuto e stimato dall’intero movimento della pallanuoto, abbiamo riconfermato il giovane Adrian Acuna che lo scorso anno ha giocato un ottimo campionato difendendo i nostri pali, siamo riusciti anche ad assicurarci le prestazioni di un neo campione d’Italia under 20, il giovane Antonio Teragnoli, insomma, abbiamo veramente l’imbarazzo della scelta. Ora vi voglio raccontare una cosa che mi ha reso orgoglioso della nostra squadra e che, ormai un mese fa, mi ha fatto capire che stavamo andando nella direzione giusta: una sera a fine allenamento si avvicina a me e Mr. Spaziani il nostro storico capitano, il giovane Samuel De Matteis, dicendoci che quest anno avrebbe rinunciato alla fascia per lasciarla a Simone Onida appena arrivato.

Vedete, questo era quello che intendevo quando dicevo che penso che abbiamo formato un gruppo di uomini, sono davvero molto felice di tutta la squadra, sia per le loro prestazioni durante gli allenamenti che per questi gesti di spogliatoio che possono sembrare banali ma, per chi ha fatto parte di un gruppo e può capire, vogliono dire parecchio”.

– Quale obiettivo si pone la Bellator per la nuova stagione?

L’obiettivo principale della società è quello di crescere, crescere e ancora crescere! Puntiamo ad un Level-up di tutto il movimento che ruota intorno a noi, come già detto in precedenza, puntiamo a far avvicinare più persone possibili a questa bellissima realtà che è la pallanuoto, ciociari e non! Ed io ne sono un concreto esempio, visto che abito a Latina ma la passione che nutro verso questo sport mi permette e mi ha permesso in passato di non farmi pesare la distanza che incombe tra casa mia e la piscina del Casaleno.

Infine, per quanto riguarda la nostra prima squadra, l’obiettivo è quello di posizionare gli ultimi tasselli del mosaico che abbiamo iniziato a costruire la scorsa estate e disputare un campionato giocato al massimo delle nostre forze fisiche e mentali per fare bene e per entusiasmare tutti i nostri tifosi.

Forza Bellator, ferocior ad bellandum!”


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.



Articolo precedenteLatina Mater, presentata la seconda edizione del concorso internazionale di fotografia al Circolo Cittadino
Articolo successivoAddio all’ex Consigliere Comunale Mario Giulianelli: oggi i funerali presso San Luca a Latina