Camorristi in Toscana: arrestati i membri coinvolti nell’attività criminale

Le attività indagate vanno da Lucca a Firenze, da Pistoia ad altre città anche fuori regione

178

FIRENZE-  Dopo le lunghe indagini della Direzione Distrettuale Antimafia di Firenze e l’emissione di 34 provvedimenti cautelari per sospetta appartenenza al clan dei Casalesi, ecco i nomi di coloro che nell’inchiesta sono finiti in carcere con le accuse di associazione a delinquere, riciclaggio, intestazioni fittizie di beni e favoreggiamento al clan camorristico. Antonio Esposito detto ‘O suricillo’, 48enne originario del Casertano ma residente nel Lucchese per diversi anni; Giuseppe Diana, detto ‘Peppe o biondo’, 35 anni del Casertano; Raffaele Diana, di 38 anni residente in Emilia ma originario di Caserta; e Guglielmo Di Mauro, detto ‘O putecaro’, 48enne di Napoli. Invece sono andati ai domiciliari Stefano Cicala, 33enne nato a Prato e residente a Lucca; Francesco Diana, 36enne residente nel Napoletano; Amedeo Laudante, 40enne del Casertano; Enrico Laudante, 40 anni di Caserta; Raffaele Napoletano detto ‘O zuoppo’, 44enne di Napoli; Stefano Ostento, 51enne originario della Puglia ma residente nel Pistoiese.


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.