Desidero esprimere la mia vicinanza nei confronti dei dirigenti scolastici dopo l’ingiustificata strigliata pubblica che il Sindaco di Latina Damiano Coletta ha sentito l’obbligo di esternare a mezzo stampa contro di loro.

Dopo due anni difficili che li ha visti in prima linea applicare gli indirizzi governativi non sempre chiari e spesso mutevoli, tra DAD e lezioni in presenza, tra cluster, sanificazioni, mascherine mancanti, obblighi vaccinali ecc. i nostri Presidi meriterebbero una medaglia.

E’ paradossale che invece di essere al loro fianco perché stanno applicando il loro mandato, che in questo caso vede la tutela della salute dei scolari come obiettivo primario, il Sindaco li accusi di allarmismo.

Ed è paradossale che la riunione istituzionale che è stata alla base di questa reprimenda si sia tenuta tra tutti i convenuti da remoto, guardandosi bene dall’effettuarla in presenza come è logico e necessario fino a quando la possibilità di estendere i casi di contagio da Covid è altamente concreta.

Andrebbe apprezzato il senso di responsabilità dei dirigenti scolastici che quando ravvisano condizioni di rischio per la salute del personale scolastico, degli insegnanti, degli alunni e delle loro famiglie agiscono secondo quelle che sono le direttive governative e secondo coscienza .

Rammento che i consigli comunali della nostra città, quando si riescono a fare, sono rigorosamente da remoto e mi chiedo se forse l’auto-protezione dal contagio  è alla base della scelta di non scegliere per quanto riguarda le commissioni comunali che, visto che dovranno effettuarsi da remoto, tanto vale non farle svolgere proprio.

Noi di Fratelli d’Italia siamo con i presidi che invece si stanno dimostrando attenti e scrupolosi, consci che la scuola avrebbe bisogno di altri trattamenti per ottenere quella sicurezza ambientale anti trasmissione del virus e che oggi questi trattamenti di areazione e disinfestazione  sono assenti o carenti per mancanza di fondi strutturali e che il governo non ha ancora previsto.


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.