Cisterna di Latina intravede l’attesa normalizzazione del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti indifferenziati, dopo l’impasse sorta all’indomani dell’improvvisa chiusura per manutenzione dell’impianto di trattamento meccanico biologico della Rida Ambiente s.r.l., dove convergono i rifiuti di 54 comuni tra i quali quelli della Provincia di Latina.

L’Amministrazione Comunale si è immediatamente attivata chiedendo agli altri impianti regionali di Trattamento Meccanico (TM) e Trattamento Meccanico Biologico (TMB) la disponibilità e le condizioni per l’esecuzione nel periodo dal 15 luglio al 2 agosto 2021 del servizio di trattamento dei rifiuti urbani non differenziati prodotti nel comune.

Nella serata di ieri, secondo le indicazioni della Regione Lazio e con il supporto della Provincia e della Prefettura di Latina, l’Amministrazione, vista l’eccezionalità del momento e l’urgenza di tutelare la salute pubblica e dell’ambiente, ha ottenuto l’autorizzazione per conferire i rifiuti indifferenziati presso due impianti, di cui uno fuori provincia, per un quantitativo complessivo di 25 tonnellate al giorno, a partire dalla data odierna.

Pertanto nei prossimi giorni, presumibilmente entro martedì o mercoledì, il servizio di igiene urbana dell’Azienda Speciale Cisterna Ambiente tornerà progressivamente alla consueta regolarità.

Nel frattempo, il Comune invita la cittadinanza ad effettuare una raccolta differenziata domestica più attenta.


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.