Coletta : ” Lascio da vincitore e con la coscienza a posto “

176

Ultimo atto della giunta Coletta. L’avventura finisce alle 19,20, dopo che l’opposizione si era recata dal notaio Coppola per ratificare le dimissioni. All’ultimo minuto si è aggiunta Annalisa Muzio, chissà perchè, forse sogna di diventare il prossimo sindaco.

Coletta: “Ho la coscienza a posto, esco da vincitore . Ho creduto in un sogno e l’ho realizzato. 6 anni intensi e indimenticabili. Ho battuto il competitor 4 volte. La Dignità ha trionfato, con questa giunta abbiamo rimesso in corsa la città. In cima a tutto c’è stata sempre la trasparenza e la dignità. Questo è diventato un Palazzo trasparente. Siamo riusciti a far partire i progetti e a riaprire il teatro, lasciato abbandonato da anni. Per la città è un momento doloroso e delicato e i prossimi mesi saranno difficili.Il centro destra ha lasciato un messaggio negativo. Del resto, dopo il risultato nazionale si notava nei volti dei consiglieri di destra di avere fretta per cacciare Coletta. Un’immagine triste, brutta, squallida. Ma è così. Del resto la politica è fatta di successi, sconfitte, gioie e dolori. Di Cocco era l’unico tranquillo, perchè con questa consiliatura finisce anche la sua avventura politica, avendo annunciato l’abbandono definitivo della politica, per dedicarsi alla sua attività di ristoratore e alla famiglia.

Tutti e 20 i consiglieri sono andati dal notaio Coppola ed hanno firmato per le dimissioni. E così è mancato il numero legale e l’avventura è finita. Il pubblico ha applaudito e Coletta si è commosso. Paolo Bortoletto ha bisticciato con un giovane che aveva gridato ” scemo” all’indirizzo del sindaco e lui ha urlato più forte ” Non è scemo” E’ intervenuta la polizia per evitare che si andasse oltre.

C’erano tante cose da fare, ma ai partiti di centro destra interessava umiliare Coletta e i partiti che lo hanno sostenuto.

Non è stato possibile neppure ascoltare le parole del sindaco  e dei capigruppo. La Celentano ha chiesto una sospensione di 10 minuti, ma era solo una scusa per uscire ed andare dal notaio.  Così doveva finire . Dopo la grande vittoria di Giorgia Meloni bisogna sfruttare l’onda lunga e raccogliere più voti possibili la prossima volta, che però non sarà a Febbraio, quando si voterà per la Regione Lazio, ma a maggio . Ritornano dunque il commissario Valente, il sub, Alcandro e la Perna, viceprefetto di Latina. Loro guideranno il timone fino alle prossime elezioni ammnistrative. Latina aveva bisogno di risolvere tanti problemi e di correre ed ora invece tutto andrà più lentamente con la gestione commissariale. Dunque Zaccheo finisce qui il suo ultimo atto politico e pure Coletta, anche se il cardiologo è ancora candidabile per un ‘ultima volta, ma fra 8 mesi nulla sarà come oggi e tutto cambierà.

Nessuno azzarda previsioni. Per ora il centro destra promette di avere un nome fra un mese: Celentano ? Muzio ? Chissà….

Per il centro sinistra : ancora Coletta o una donna ?

Era triste ieri sera il palazzo comunale. Si avvertiva un senso di vuoto e di incertezza. I prossimi mesi saranno complicati per tutti, ma loro che sono andati dal notaio già parlavano delle elezioni regionali che arriveranno presto, dopo le dimissioni di Zingaretti, appena eletto al Parlamento.

Ma ieri è stato davvero brutto e triste vedere quel copione che era già preparato e scritto da tempo.

Alla fine abbracci e commozione per l’ultimo atto e Coletta rivolto ai giovani ha detto : ” Non smettete di sognare per il bene comune, non per gli interessi personali, ma dovete lottare per una Latina migliore. E’ questo il messaggio che voglio che resti alle nuove generazioni”.


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.



Articolo precedenteLa presentazione al Circolo Cittadino di Latina del libro
Articolo successivoAll’ Oxer Moretti presenta Las Leonas docufilm sulle donne immigrate a Roma
Per oltre 30 anni la voce di Radio Rai e Rai Tre in provincia di Latina, ho seguito i maggiori eventi che hanno interessato il nostro territorio. Oggi una nuova esperienza con News-24.it di cui ho assunto la direzione, aiutando con la mia esperienza e la mia passione un gruppo di giovani talenti della comunicazione on line a crescere e ad affermarsi.