Contributi all’innovazione, già presentati progetti per oltre 126mila euro. C’è tempo fino al 9 dicembre

L'assessore Simoncini nel ricordare che il 9 dicembre scade il bando, sollecita a presentare le richieste  

28
Comune di Livorno
LIVORNO  – Al bando per la concessione di contributi a sostegno dell’innovazione e dello sviluppo tecnologico e digitale delle micro e piccole imprese (MPI), dei professionisti e a sostegno dello start up giovanile, con il quale il Comune di Livorno, lo scorso 23 settembre, ha stanziato 200mila euro di risorse, sono già stati presentati 23 progetti per oltre 126 mila euro.
Per 9 richieste si è anche concluso l’iter procedurale e quindi in questi giorni  l’Amministrazione comunale sta dando comunicazione agli interessati della conclusione della fase istruttoria.
“In tempio brevi, presumibilmente entro novembre, – dà notizia l’assessore allo Sviluppo Economico Gianfranco Simoncini – saranno erogati i primi contributi per un ammontare di quasi 51mila euro a favore di quegli interventi per i quali l’iter istruttorio ha  verificato il possesso dei requisiti per l’ammissione al finanziamento. Intanto prosegue l’attività di verifica delle altre richieste che, in tre settimane, hanno portato a prenotare risorse per un ammontare superiore alla metà del contributo previsto dal bando”.
“Sollecitiamo la presentazione dei progetti – ha aggiunto l’assessore Simoncini – tenendo conto che si tratta di una procedura a sportello e che il 9 dicembre chiuderà il bando ricordando che la volontà e il vincolo di questa Amministrazione è quello di assegnare tutte le risorse disponibili entro la fine del 2021”.
La positiva risposta delle imprese ai bandi messi in campo dal Comune di Livorno che riconferma la volontà di innovazione del sistema produttivo, ha spinto l’Amministrazione a verificare se vi siano tra i capitoli del Settore Lavoro e Sviluppo Economico economie da destinare al finanziamento di quei progetti esclusi dai contributi per  esaurimento delle risorse stanziate

News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.



Articolo precedenteCi siamo! Dal primo novembre tutti i trasporti della Toscana passeranno in mano alla Ratp (azienda che gestisce la metro di Parigi)
Articolo successivoAl nuovo presidente della Provincia, Domenico Vulcano, Europa Verde chiede il No secco alla discarica
Giovane studente toscano, aspirante giurista italo francese, attualmente vivo a Parigi. Nonostante la distanza fisica non ho perso di vista il mio territorio, verso il quale nutro un interesse atavico. Appassionato di scrittura sin dalla più tenera età, al momento gestisco la sezione toscana della testata oltre ad altre collaborazioni sporadiche.