ROMA – Il green pass, entrato ufficialmente in vigore dall’1° di luglio di quest’anno, è diventato obbligatorio dal 6 agosto per tantissimi luoghi al chiuso. Da ristoranti, cinema, casinò e università, il green pass deve essere esibito da tutti i cittadini a partire dai 12 anni. Esistono tuttavia dei soggetti esenti che possono mostrare un documento di idoneità che li esoneri dall’avere il green pass.

Come si ottiene il green pass

Il decreto stabilisce che per ottenere il green pass è necessario aver ricevuto la prima dose di vaccino. A 7 giorni di distanza dalla prima vaccinazione, verrà inviato un sms che avviserà il soggetto dell’avvenuta emissione del green pass, che avrà una validità di 9 mesi o fino alla seconda dose. Successivamente, dopo aver ricevuto la seconda dose, a distanza di 14 giorni si riceverà il green pass che attesta di aver completato il ciclo di vaccinazione. In alternativa il green pass può essere ottenuto tramite un test molecolare o antigenico, effettuato nelle 48 ore precedenti, e con esito negativo. 

In quali contesti è obbligatorio?

Al momento il green pass è obbligatorio per accedere alla ristorazione al chiuso che comprende bar, pasticcerie, ristoranti, pub e gelaterie. È obbligatorio anche per accedere a palestre, piscine, cinema, sale da gioco e centri benessere. 

Per gli spostamenti invece al momento il green pass non è richiesto per viaggiare all’interno dell’Italia, quindi per voli interni e trasporti a lunga distanza come treni e autobus. Il governo ha fissato al 1° settembre la data ultima di entrata in vigore dell’obbligo di Green pass per salire sui mezzi a lunga percorrenza interni. Aerei, crociere e traghetti, treni Intercity, Intercity e Alta Velocità. 

Cosa si può fare senza il green pass?

Per il momento il green pass è richiesto per diverse attività legate al tempo libero, tra cui spettacoli, musei, luoghi di cultura, sagre, casinò, centri sportivi, sale gioco e centri sociali. Non è però necessario esibire il green pass se le attività hanno luogo all’aperto e con gli ingressi contingentati.

Per esempio, ci sono dei centri benessere, come Aquardens a Verona, che richiedono il green pass solo per i trattamenti al chiuso, mentre hanno reso completamente disponibili e aperti a tutti i luoghi all’aperto ed i trattamenti dove è possibile rispettare la distanza interpersonale di almeno 1,5 metri. Oltre a ciò, hanno reso disponibile dei tamponi all’ingresso del centro benessere al costo di €9. In questo modo si potrà ottenere il green pass ed accedere anche ai servizi al chiuso.

Diversamente è possibile pensare di accedere a quei servizi che solitamente sono in presenza, come i casinò, tramite piattaforme online come Casinos.it. I siti censiti da Casinos.it sono l’ideale per chiunque voglia giocare, in maniera responsabile ed in completa sicurezza, evitando frodi di alcun tipo. Sulla piattaforma sono presenti unicamente casinò affidabili e legali, dotati di licenza AAMS, ovvero il certificato di legalità rilasciato dall’ Amministrazione Autonoma dei Monopoli di Stato. In questo modo sarà possibile accedere in tutta sicurezza ai migliori casinò online senza dover esibire alcun green pass.


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.