LATINA- De Mita ripeteva sempre che: “La Politica è pensiero. Senza pensiero non c’è fatto concreto”. Anzi, per la verità, lui avrebbe detto con quel suo accento irpino che la Politica è PENZIERO. Gianni Agnelli lo definì un “tipico intellettuale della Magna Grecia”. Pannella parló di “clan degli avellinesi”. Il suo studio era pieno di libri, ma sulla scrivania non mancava mai un mazzo di carte napoletane. Lunghe maratone (fino a dieci ore!) di tressette spizzichino, sparring partner un signore di Avellino promosso Presidente dell’Iacp, Tonino Pagliuca detto “Sputazzella”. De Mita fu riformista a Roma, nei 7 anni di Segreteria DC e nei 10 mesi in cui fu Presidente del Consiglio. Nella sua Nusco, dove era Sindaco dal 2014, nell’Irpinia Caput Mundi, rigoroso gestore del potere. Un uomo di pensiero, di “RAGIONAMENDO”, uno degli ultimi testimoni di un tempo in cui la Politica era cosa seria.


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.