E’ venuto a mancare Giacomo Londero. Per anni è stato il dirigente faro dell’AB Latina.

257

È morto stanotte in una casa di riposo a Cori Giacomo Londero. Aveva 89 anni. Dirigente dell’ufficio postale di Latina. Giacomo (Giacomino per gli amici) è stato per anni il dirigente faro dell’AB Latina degli anni d’oro quelli culminati con la promozione in A2. Giacomo ha fatto di tutto nel glorioso club pontino: presidente, general manager, direttore sportivo. Grande appassionato di pallacanestro, molto competente, sapeva gestire e analizzare ogni situazione e decideva sempre per il bene della sua società. Amico di Salvo Garsia, del notaio Becchetti, dell’avvocato Iucci, di Bruno Giannelli, Giacomo ha lottato fino all’ultimo per salvare il titolo dell’AB Latina, diventandone presidente. Insieme ai suoi amici Adelchi Ortenzi e Vittorio Calvacanti hanno regalato pagine indimenticabili per la società nerazzurra. Creando e supportando una passione che hanno trasferito a tantissimi appassionati, rendendo il prima Pallone del Circolo Cittadino e poi il PalaBianchini sempre sold out, ingaggiando allenatori sempre competenti e giocatori tecnicamente sempre di ottimo livello. Grazie a Giacomo e ai suoi amici per anni a Latina si sono vissuti momenti di basket di livello eccelso.
I funerali avranno luogo domani, martedì 18 giugno, alle ore 15:30, presso la parrocchia di Santa Rita.


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.



Articolo precedenteTornano in mare “Agata” e “Calandrino”
Articolo successivoBasket, Latina Raptors Campioni d’Italia 2023/24: la squadra pontina trionfa alle finali nazionali AICS e centra il triplete
Paolo Iannuccelli è nato a Correggio, provincia di Reggio Emilia, il 2 ottobre 1953, risiede a Nettuno, dopo aver vissuto per oltre cinquant'anni a Latina. Attualmente si occupa di editoria, comunicazione e sport. Una parte fondamentale e importante della sua vita è dedicata allo sport, nelle vesti di atleta, allenatore, dirigente, giornalista, organizzatore, promoter, consulente, nella pallacanestro. In carriera ha vinto sette campionati da coach, sette da presidente. Ha svolto attività di volontariato in strutture ospitanti persone in difficoltà, cercando di aiutare sempre deboli e oppressi. É membro del Panathlon Club International, del Lions Club Terre Pontine e della Unione Nazionale Veterani dello Sport. Nel basket è stato allievo di Asa Nikolic, il più grande allenatore europeo di tutti i tempi. Nel giornalismo sportivo è stato seguito da Aldo Giordani, storico telecronista Rai, fondatore e direttore della rivista Superbasket. Attualmente è presidente della Associazione Basket Latina 1968. Ha collaborato con testate giornalistiche locali e nazionali, pubblicato libri tecnici di basket e di storia, costumi e tradizioni locali Ama profondamente Latina e Ponza, la patria del cuore.