Facoltà a numero chiuso: test in presenza o da remoto?

Iniziano i test d'ammissione all'anno accademico 2020-2021, secondo le modalità scelte dai singoli atenei

200
Foto presa dal sito dell'ANSA

PONTEDERA- Mentre ragazzi e ragazze di tutta la Toscana si preparano a rientrare in classe il 14 settembre, aspettando con impazienza di conoscere con quali modalità, altrettanti futuri studenti si affacciano al mondo universitario confrontandosi con la loro prima grande sfida: il test d’ammissione per i corsi a numero programmato. Come accaduto per la scuola, ma senza che il dibattito venisse ulteriormente approfondito, la decisione sulle misure da adottare per lo svolgimento delle lezioni è stata rimessa ai singoli atenei, che hanno infatti organizzato i test di ingresso in base alle esigenze delle varie facoltà.

Mentre l’Università di Firenze decide di puntare sulle piattaforme online, per somministrare il test di ammissione ai suoi oltre 1.100 partecipanti per la facoltà di Psicologia, l’Università di Pisa sceglie invece di allestire una tensostruttura a Pontedera nella quale si alterneranno, sempre nel rispetto delle prescrizioni anti-Covid, centinaia e centinaia di studenti.

Nella mattinata di oggi, 1 settembre, la prima prova d’ingresso all’interno della tensostruttura si è conclusa regolarmente, e dei 562 aspiranti veterinari che si sono presentati soltanto 70 saranno ammessi in facoltà. I prossimi interessati saranno i futuri studenti di medicina, chirurgia ed odontoiatria, che svolgeranno il test il 3 settembre: saranno in oltre 1.200 per soli 274 e 17 posti, rispettivamente per medicina ed odontoiatria. Sarà poi il momento di professioni sanitarie, l’8 settembre, con 1992 iscritti per 634 posti disponibili, e di scienze della formazione primaria, che il 16 settembre vedrà 414 partecipanti per 90 posti.


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.