Fare Latina apre al convegno sui rifiuti come risorsa

91

I rifiuti come risorsa, la gestione del rifiuto, le azioni di bonifica e come realizzare impianti di recupero, sono tra i temi trattati all’interno del convegno che si terrà venerdì 3 settembre alle ore 18 presso il point elettorale di Fare Latina in viale Carturan a Latina.
Il titolo del convegno è ‘Il ciclo dei rifiuti come risorsa’ con relatori Maria Chiara D’Aniello, ingegnere Ind.Eco., Dino Palombi, titolare azienda Sosteco, Paolo Rinaldi, ad Recall Latina. Sarà l’avvocato Annalisa Muzio, candidato a sindaco di Fare Latina e Partito Liberale Europeo, ad aprire i lavori di un tema che sul territorio è ancora lontano da avere una soluzione. “Unire le parti tecniche per un dialogo fattivo resta da sempre il migliore percorso da attuare, perché la politica su alcuni temi di vitale importanza per i territori e la società deve potenziare il confronto tra tutti gli attori per avere una soluzione armonica e a medio e lungo termine. Rimandare di affrontare con decisione la problematica sui rifiuti non è più possibile anche alla luce della svolta green da parte dell’Italia e del mondo” ha dichiarato Annalisa Muzio.

L’ingegner Rinaldi relazionerà sulla realizzazione di impianti per valorizzare la FORSU (frazione organica della raccolta differenziata) in due fasi: attraverso la digestione anaerobica si produce metano – destinato alle stazioni di servizio quale carburante rinnovabile e pulito per autoveicoli – ed il prodotto della digestione viene successivamente trattato per divenire fertilizzante di qualità. Il procedimento avviene ermeticamente al chiuso, senza odori sgradevoli per l’ambiente e ovviamente senza bruciare la FORSU.
Il progetto si colloca nella filiera dell’economia circolare, fondamentale per la soluzione dei
tre macro-problemi ambientali che oggi ha il pianeta, causati da uno sviluppo incontrollato: l’effetto serra che causa il surriscaldamento, dovuto all’utilizzo enormemente preponderante, ancora oggi, di energia e carburante non rinnovabile; l’impoverimento dei terreni di materia essenziale, come il fosforo, a cui si supplisce tramite miniere che stanno esaurendosi, appunto non rinnovabili; l’inquinamento atmosferico nei centri urbani, principalmente polveri sottili emesse da auto a carburante tradizionale e caldaie vetuste

L’ingegner D’Aniello tratterà il tema della gestione dei rifiuti, dall’educare i cittadini alla raccolta differenziata fino alla raccolta da parte del gestore del servizio, lo smistamento e il recupero del rifiuto stesso. Quindi, da come evitare criticità per arrivare a valorizzare il rifiuto, visto come risorsa.

L’imprenditore Palombi illustrerà la progettazione e realizzazione di impianti di recupero, con l’obiettivo di amplificare il momento di intermediazione tra i tre soggetti che operano nel settore (Produttori-Trasportatori-Impianti) creando le giuste sinergie e trovando le migliori soluzioni tecnologiche in materia di recupero e valorizzazione degli scarti in modo da ottimizzare costi e velocizzare i servizi nel rispetto delle norme sia in materia di sicurezza che di quelle ambientali. L’obiettivo, così, è quello di ottimizzare i processi che si interpongono tra la fase produttiva dello scarto e lo smaltimento/recupero finale del rifiuto/residuo introducendo, laddove necessario, delle facility che migliorino e al tempo stesso semplifichino la gestione dei rifiuti stessi.


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.