Gli eventi che chiudono le celebrazioni per i 100 anni dalla nascita a Livorno del Partito Comunista italiano, il 15 sarà presente il Ministro Orlando

Rassegna “Il PCI e la cultura”, il programma del 13, 14 e 15 gennaio

29
Teatro Goldoni Livorno

LIVORNO Il 13, 14 e 15 gennaio le giornate clou della rassegna “Il PCI e la cultura”, promossa dal Comune di Livorno, in chiusura delle celebrazioni per i 100 anni dalla nascita, a Livorno, del Partito Comunista italiano.

Dopo lo spettacolo teatrale di dicembre, cinema e fotografia sono gli ambiti culturali al centro dei nuovi eventi in programma, tutti a ingresso gratuito.

Tra questi si segnalano un’intensa maratona cinematografica, con l’anteprima esclusiva dell’originale documentario “I comunisti e la cultura (1921-1989) con testimonianze e interviste esclusive, e la presentazione del libro fotografico “In movimento e in posa. Album dei comunisti italiani”, alla presenza del Ministro Orlando.

E ancora, la presentazione del libro “Il PCI in Toscana. Dalla liberazione allo scioglimento. Racconto per immagini” .

Dopo “1921. Millenovecentoventuno”, spettacolo che ha commosso il pubblico del Teatro Goldoni lo scorso dicembre (melologo per attore, voci e strumenti prodotto dall’Associazione Achab di Livorno, da un’idea e a cura di Elina Pellegrini, con interpretazione e regia di Alessandro Benvenuti, drammaturgia di Gabriele Benucci e musiche originali di Marco Lenzi), entrano ora nel vivo gli eventi di gennaio.

Promosse dal Comune di Livorno con il contributo della Regione Toscana, in collaborazione con la Fondazione Gramsci di Roma, la Fondazione Teatro Goldoni e il Cinema Teatro 4Mori di Livorno e con l’ideazione e l’organizzazione generale di Villaggio Globale International, le iniziative indagano attraverso le diverse forme espressive dell’arte il rapporto tra il PCI e la cultura, sottolineando la rilevanza e l’incisività del Partito nella crescita, nello sviluppo e nella formazione identitaria di tutto il nostro Paese.

Siamo alle battute conclusive del centenario del Partito Comunista per il quale il Comune ha messo in piedi tante iniziative che non siamo riusciti a concentrare nel 2021, causa COVID”, ha esordito l’assessore alla Cultura del Comune di Livorno Simone Lenzi alla conferenza stampa tenutasi oggi 10 gennaio nella sede del Palazzo Comunale.

Voglio esprimere la mia grande soddisfazione anche per questa ultima parte del programma, che ci siamo ostinati a portare avanti nonostante le molte difficoltà, grazie a significative collaborazioni. Dopo lo spettacolo “1921”, di grande qualità, con autori e collaboratori di rilievo, andato in scena al Goldoni a dicembre, mi piace segnalare che Livorno fin dal 3 gennaio è disseminata di manifesti con una selezione di fotografie storiche degli archivi della Fondazione Gramsci inerenti la storia e l’identità del PCI – una sorta di mostra fotografica diffusa.

Il 13-14-15 daremo poi la la possibilità di approfondire il rapporto strettissimo tra il PCI e il mondo della cultura italiana, e in particolare con il cinema. Segnalo che il Comune ha collaborato alla produzione del docufilm “I Comunisti e la Cultura (1921 – 1989)” realizzato appositamente per le celebrazioni del centenario, con numerose interviste esclusive a intellettuali, artisti, storici e esponenti del PCI. Il docufilm è prodotto da Didi Gnocchi per 3D Produzioni con il sostegno e la promozione del Comune di Livorno, con il contributo della Regione Toscana e la collaborazione di Villaggio Globale International.”

Il sindaco Luca Salvetti ha dichiarato: “In questo anno e più di festeggiamenti del centenario della nascita del Pci ci siamo concentrati sui molteplici riferimenti al passato, ma l’appuntamento a cui parteciperò sabato 15 gennaio al Goldoni a cui sarà presente anche il ministro Orlando, sarà il passaggio che attualizza la celebrazione del centenario e il ruolo della stessa città di Livorno. Guardiamo al passato di cui andiamo fieri con l’obiettivo di andare oltre, verso un futuro da tratteggiare con cura, perchè Livorno ha tante partite da vincere soprattutto nei confronti del lavoro e dell’imprenditoria”.


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.