PONZA- E’ iniziata con una buona presenza di vacanzieri l’estate per l’isola di Ponza, in occasione della festività di San Silverio, adorato patrono dell’isola. Per il ponte del 29 giugno, in occasione della ricorrenza di San Pietro e Paolo, sono tante le prenotazioni arrivate da Roma, un boom di presenze. Sono previsti migliaia di arrivi con i mezzi navali da Formia, Terracina e Anzio che applicano rigorosamente le misure anti covid19

I turisti sono arrivati e sono stati accolti con molta cordialità dagli operatori isolani che non aspettavano una presenza così massiccia. Chi è arrivato per la prima volta ha scoperto una delle isole più belle del Mediterraneo, gli aficionados hanno ritrovato i luoghi del cuore, i loro ristoranti preferiti, i caratteristici bar,  alcune novità culinarie,  un mare da favola per le prime gite e la solita tintarella.Ma è così anche nella più piccola isola di Ventotene, dove si registra il tutto esaurito.Anche al Circeo e a Sabaudia, diventata da poche ore città, secondo il conferimento onorifico da parte di Mattarella, che ha accolto la proposta del ministro dell’interno Lamorgese, c’è la prima invasione di vacanzieri.I ciociari invece preferiscono la riviera d’Ulisse e Terracina gode di questo primo ritorno alla normalità.Eccola, dunque, la ripartenza per le città turistiche della costa pontina, una ripartenza del turismo che fa ben sperare per risalire verso l’alto, dopo la grave crisi che si è abbattuta a causa del covid-19.

 


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.




Articolo precedenteL’anima di un Pastore. Epistolario
Paolo Iannuccelli
Paolo Iannuccelli è nato a Correggio, provincia di Reggio Emilia, il 2 ottobre 1953, risiede a Nettuno, dopo aver vissuto per oltre cinquant'anni a Latina. Attualmente si occupa di editoria, comunicazione e sport. Una parte fondamentale e importante della sua vita è dedicata allo sport, nelle vesti di atleta, allenatore, dirigente, giornalista, organizzatore, promoter, consulente, nella pallacanestro. In carriera ha vinto sette campionati da coach, sette da presidente. Ha svolto attività di volontariato in strutture ospitanti persone in difficoltà, cercando di aiutare sempre deboli e oppressi. É membro del Panathlon Club International, del Lions Club Terre Pontine e della Unione Nazionale Veterani dello Sport. Nel basket è stato allievo di Asa Nikolic, il più grande allenatore europeo di tutti i tempi. Nel giornalismo sportivo è stato seguito da Aldo Giordani, storico telecronista Rai, fondatore e direttore della rivista Superbasket. Attualmente è presidente della Associazione Basket Latina 1968. Ha collaborato con testate giornalistiche locali e nazionali, pubblicato libri tecnici di basket e di storia, costumi e tradizioni locali Ama profondamente Latina e Ponza, la patria del cuore.