Il bilancio del lavoro svolto dai Consigli di Zona. Quercianella: “Piccoli progressi”

Il nuovo organismo di partecipazione che è andato a sostituire di fatto le vecchie Circoscrizioni

45

LIVORNO – I Consigli di Zona questi incompresi o sconosciuti come li definisce qualcuno. Il nuovo organismo voluto dall’amministrazione Salvetti tra aspre critiche di coinvolgimento politico e la realtà fattiva di questi nuovi organismi di partecipazione civile e democratica che vanno virtualmente a sostituire le funzioni delle vecchie e scomparse circoscrizioni. Proviamo a fare un bilancio del lavoro svolto finora e dei risultati raggiunti a pochi giorni dalle elezioni e in piena campagna elettorale, iniziando dal Consiglio di Zona 7 assegnato al quartiere di Quercianella parlando con il presidente Marco Sodano.

Il Consiglio di Zona di Quercianella

I lavori per il nuovo ponte a campata unica sul Rio Quercianella ormai assegnati e tra poco sarà costruito un nuovo parco giochi per i bambini ma il problema del transito dei mezzi pesanti sull’Aurelia in mezzo al paese rimane l’ostacolo maggiore per lo sviluppo del turismo e il benessere degli abitanti della piccola frazione balneare livornese. Un turismo che comunque non sarà mai “messo a reddito” in maniera sostanziale per quanto riguarda la nostra costa. Per il presidente Marco Sodano si inizia a vedere dei piccoli progressi sulle criticità segnalate a più riprese. “Il problema del passaggio del traffico pesante è stato segnalato a Luca Salvetti ma siamo consapevoli che la competenza spetta agli enti che gestiscono la rete stradale – attacca Sodano – abbiamo anche sollecitato il Prefetto ma non ci sono le condizioni per installare degli autovelox anche se potrebbe non bastare perché per fermare il passaggio in pieno centro cittadino si dovrebbe dirottare il traffico sull’autostrada e per questo bisogna studiare delle convenzioni per il costo di percorrenza del tratto che parte da Collesalvetti che è uno dei più cari d’Italia. Col passare degli anni l’ipotesi della costruzione del Lotto Zero per un’autostrada lungo la costa sembra sempre meno percorribile perché con le sue gallerie sarebbe devastante per il Romito e il suo paesaggio. Siamo un quartiere paese dimenticato e distante dalla città, grazie ai Consigli di Zona qualche progresso è stato fatto. I lavori per la messa in sicurezza di via Falcucci già stanziati ed affidati ad una ditta ci faranno dormire più serenamente invece di preoccuparci ogni volta che piove di più. Restano ancora comunque molti problemi, la mancanza di parcheggi e un marciapiede per il tratto di strada in discesa che porta a Cala Bianca per far camminare in sicurezza anziani e bambini. Purtroppo Quercianella è stata costruita nell’800 ed è difficile intervenire”. Siamo all’apertura della stagione balneare, il turismo e la costa attendono da anni lo sviluppo economico ma per Sodano un vero turismo di massa sulle nostre spiagge non avverrà mai. “Questo è dovuto alla natura impervia della nostra costa, puntiamo ad un turismo di qualità anche fuori stagione grazie alle escursioni, l’archeologia e le immersioni. Inoltre sussistono evidenti carenze strutturali riguardo la ricettività, a Quercianella esistono solo due piccole locande e il grosso del turismo è rappresentato dalle case vacanza in affitto”. Piccoli progressi che arrivano dopo una staticità lunga e problematica, il problema dei limiti di velocità e il transito del traffico pesante che rimane il maggior impedimento per Quercianella.


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.