LATINA – “Per me è un grande piacere essere qui come Presidente di Assonautica Italiana e Camera di Commercio Frosinone Latina. Voglio esprimere il mio sincero apprezzamento agli organizzatori di questo salone che rappresenta una vetrina importante, in grado di creare nuove opportunità in una cornice estremamente suggestiva come il Marina D’Arechi, una realtà che compie dieci anni dal primo ormeggio. Per questo ringrazio per l’invito il presidente Agostino Gallozzi”. – Così il presidente Giovanni Acampora al 6° Salerno Boat Show, il salone nautico in programma dal 5 al 13 novembre. 

“Il Salerno Boat show rappresenta un appuntamento di primo piano nel settore che si inserisce nel calendario fieristico nazionale dando lustro alla nautica italiana e centralità all’economia del mare del nostro Paese. – Ha proseguito Acampora – Stiamo vivendo un momento di profonda trasformazione e, nel processo di transizione verso la sostenibilità, noi siamo convinti che l’Economia del mare debba avere un ruolo di primo piano. Come sistema camerale abbiamo deciso di essere in prima linea condividendo l’idea dell’Unione europea che la crescita blu debba realizzarsi attraverso un’Economia Blu Sostenibile. A giugno si è tenuto il 1° Blue Forum Italia Network, un summit internazionale dedicato all’Economia del Mare, che ha visto una grande partecipazione istituzionale con la presenza di 7 Ministri e 4 viceministri del governo Draghi, di parlamentari, autorità militari, istituzioni e associazioni nazionali ed europee ed esperti di settore. Si è discusso di nautica, portualità e crocieristica, di sicurezza e shipping, di ricerca, ambiente e innovazione, ma anche di pesca, cultura, sport e turismo. Un dibattito ampio con l’obiettivo di creare una “rete aperta” dove gli attori di ogni settore dell’Economia del Mare possano dare il loro contributo per accompagnare la Transizione ecologica e digitale del Mare.

Stiamo già lavorando all’edizione 2023 e colgo questa occasione per invitare tutti voi a Gaeta dal 25 al 27 maggio alla seconda edizione del Blue Forum Italia Network. Sarà anche l’occasione per dialogare con il Ministero del Mare, con cui il sistema Camerale dovrà essere un interlocutore istituzionale per condividere le nostre proposte e le priorità del mondo imprenditoriale”.

“A questo proposito, negli ultimi giorni il nuovo Governo ha istituto il CIPOM (Comitato interministeriale per le politiche del mare). – Ha proseguito il presidente Acampora – Un passo importante, fortemente sollecitato da noi e dalle associazioni di settore, perché finalmente il nostro Paese, che è il pontile dell’Europa nel bacino del Mediterraneo, avrà un Piano del Mare; una strategia unitaria per valorizzare tutte le componenti dell’economia del mare anche a livello internazionale. L’auspicio è che finalmente si possano superare i corto circuiti della frammentazione delle competenze tra i diversi ministeri, che fino ad ora hanno rappresentato un ostacolo alla crescita dell’intero comparto. Tornando alle nostre iniziative, stiamo lavorando con il Presidente nazionale di Unioncamere, Andrea Prete, con SiCamera e Assonautica Nazionale agli ‘Stati Generali delle Camere di Commercio sull’Economia del mare’. Un’iniziativa di sistema, perché siamo consapevoli che dobbiamo affrontare una sfida complessa che necessiti di nuove strategie, non solo per la singola impresa, ma per le intere filiere economiche e anche noi dobbiamo lavorare in un’ottica di filiera istituzionale. Un patto tra gli Enti camerali, attraverso gli Stati generali dell’Economia del mare delle Camere di Commercio che si affacciano sugli 8.000 km di coste del nostro Paese, per avviare progettualità e sinergie con le Associazioni di categoria e con le imprese, nell’ottica che affrontare le mutazioni in atto richieda un cambio di passo oggi non più procrastinabile. Dobbiamo mettere insieme le nostre migliori energie e competenze per trovare nell’aggregazione le risorse per progettualità ad elevata componente di innovazione per realizzare la transizione del mare – ha concluso Acampora – e sono lieto di annunciare proprio da qui, da questa splendida città di mare l’inizio di un percorso virtuoso di valorizzazione del nostro oro blu”. 

Alla cerimonia inaugurale presenti il presidente di Marina D’Arechi, Agostino Gallozzi; il presidente di Assomarinas, Roberto Perocchio; il presidente di Confindustria Salerno, Antonio Ferraioli e il presidente dell’AdSP Mar Tirreno Centrale, Andrea Annunziata. A chiudere i lavori, il vice presidente della Regione Campania, Fulvio Bonavitacola. 


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.