La doccia fredda di Astorre alla minoranza dem: la linea politica del Pd è quella uscita vincitrice al congresso cittadino

196

LATINA- Nei giorni sorsi una componente del Pd, uscita sconfitta all’ultimo congresso cittadino, ha incontrato il Segretario dem del Lazio Astorre.

Al vertice hanno preso parte i leader della minoranza interna: il Consigliere Regionale Salvatore La Penna, l’ex Consigliere Comunale Omar Sarubbo e l’attuale Direttore del Parco dei Monti Aurunci, Giorgio De Marchis.

Ovviamente si è parlato, fra le altre cose, delle elezioni amministrative che si svolgeranno nel capoluogo pontino a maggio 2021. Gli esponenti democratici hanno insistito sulla necessità politica, in linea di massima condivisibile, di un sostegno elettorale a Damiano Coletta.

Tuttavia, dal Senatore Astorre sarebbe arrivata la doccia fredda: l’attuale Segretario cittadino Franca Rieti, espressione dell’area Moscardelli, Forte, Zuliani (nell’ordine: Segretario Provinciale, Consigliere regionale e comunale, e Capogruppo dem a Piazza del Popolo), rappresenta, a Latina,  il 60% del partito. Dunque, avendo vinto il congresso su una linea autonomista e di alternativa all’amministrazione guidata da Damiano Coletta, o vi adeguate o vi adeguate.

In sostanza il Senatore Astorre, arcinoto per la sua proverbiale delicatezza, avrebbe fatto intendere – come è normale in una corretta grammatica politica- che si può fare altro rispetto alle decisioni assunte dal Pd ma non all’interno del partito.

Non è un mistero che la delegazione della minoranza dem sia molto vicina al Segretario Zingaretti, chi politicamente, chi professionalmente. Talmente vicina da non potersi permettere strappi che metterebbero in difficoltà, oltre che il Partito Democratico, essa stessa.

 

 


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.




Articolo precedenteL’anima del cinema a Roma.
Articolo successivoToscana: sono 1290 i nuovi positivi
Matteo Palombo
Sono laureato in Scienza della Politica con tesi dal titolo: ”L’eccezionale: Storia istituzionale della V Repubblica francese”. Socialista liberale libertario e radicale. Mi sono sempre occupato di politica e comunicazione politica collaborando a campagne elettorali e referendarie. Ho sempre avuto una passione per il giornalismo d’opinione e in News-24 ho trovato un approdo naturale dove poter esprimere liberamente le mie idee anche se non coincidono sempre con la linea editoriale della testata. Ma questo è il sale della democrazia e il bello della libertà d’opinione.