La povertà dilaga tra i pensionati pontini: assegni sotto i mille euro mensili

295

image
LATINA – In media con i dati nazionali anche a Latina i pensionati vivono in una condizione di semipovertà, in quanto hanno redditi da pensione per un importo mensile inferiore a 1.000 euro. Fra questi sono 18 mila coloro che vivono con meno di 500 euro al mese (13,5% del totale), mentre il 32,1%, pari a 44 mila unità, riceve un sussidio compreso tra i 500 e i mille euro. Sono solo il 21,6% quelli che percepiscono una pensione tra o 1.000 e i 1.500.
Una percentuale che si riduce al solo 5,5% per assegni superiori ai 3 mila euro.
E’ quanto emerso dall’analisi condotta dalla Uil Pensionati di Latina su 137 mila pensionati residenti sul territorio provinciale.
Dati che lasciano l’amaro in bocca.
“La fotografia reale delle dichiarazioni dei redditi dei pensionati nella nostra provincia, – dice Francesca Salvatore, Segretario Responsabile Territoriale della UIL Pensionati di Latina – dimostra come i pensionati e le pensionate percepiscano assegni che non possono essere certo definiti ‘d’oro’, anzi al contrario vivono con poco più di 13.000 euro lordi l’anno (poco più di 1.000 euro netti al mese). Dati che ci confermano quello che è sotto gli occhi di tutti: la partita sulla rivalutazione delle pensioni è e deve considerarsi ancora aperta e di questo sia il Governo, sia il Presidente dell’INPS ne dovranno tenerne conto, in quanto la priorità è recuperare il potere di acquisto che si è progressivamente perduto nel corso degli anni”.


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.



Articolo precedenteCade con il parapendio, soccorso con l’eliambulanza
Articolo successivoLatina, Ztl solo nei week end: la proposta del comitato dei commercianti del centro