La Toscana dice no al deposito di rifiuti radioattivi

La mozione è stata votata in Aula all’unanimità

40

FIRENZE- “Esprimiamo netta contrarietà”, ha detto in Aula Antonio Mazzeo, presidente del Consiglio regionale, “rispetto all’individuazione da parte di Sogin del territorio tra i comuni di Pienza-Trequanda, in provincia di Siena, e Campagnatico in provincia di Grosseto, tra le possibili aree potenzialmente idonee ad ospitare rifiuti radioattivi italiani di media e bassa radioattività”. La mozione, che è stata la sintesi di quattro atti per dire no al deposito di rifiuti radioattivi in Toscana, ha trovato d’accordo i gruppi di Italia Viva, Lega, Partito Democratico e Fratelli d’Italia, ed è stata predisposta in modo da supportare con forza il presidente Giani quando dovrà discutere del tema con il governo. La giunta regionale si impegna infatti a continuare ad esprimere la sua netta contrarietà ed a fornire tutto il supporto necessario ai comuni interessati per sostenere la posizione presa. “Credo – ha concluso Mazzeo – che questa sia una battaglia che l’assemblea legislativa fa bene a fare tutta insieme, per dare il senso di quella che sarebbe una ferita che la nostra terra potrebbe subire, specialmente quei territori che hanno un impatto turistico e ambientale così importante”.

 


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.