Home In evidenza Le ragioni di una alleanza: perché Coletta ed il Pd devono star...

Le ragioni di una alleanza: perché Coletta ed il Pd devono star insieme.

La Politica e l’amore sono due concetti antitetici. L’amore, infatti, è una scelta da rinnovare. Diversamente, la Politica è una necessità che incontra l’opportunità.

Sul piano dei gusti personali, l’amministrazione Coletta è sideralmente distante da me. Se si vogliono analizzare le cose della Politica occorre avere lo stesso approccio del critico d’arte: non provar piacere per nulla. Soltanto analizzare, ipotizzare, prospettare eventualità.

Mi pare che un accordo politico, quindi elettorale, fra Lbc ( o quel che ne rimane) ed il Pd (o quel che ne rimane) sia una necessità che soltanto un ignorante di Politica o un folle non valuterebbe come tale. Dividendosi queste due forze si condannano, vicendevolmente, alla irrilevanza.

Cercherò di argomentare, conscio che queste parole rimarranno lettera morta giacché l’arroganza dei cretini è un assioma sempre valido, le ragioni della mia tesi.

Dal punto di vista del Sindaco egli dovrebbe valutare la situazione con il realismo di chi abbia letto e compreso il grande fiorentino del “Principe”: la verità effettuale della cosa. Questa suggerisce che l’esperienza amministrativa che sta per concludersi non può certo definirsi esaltante. Certamente per le condizioni date e per la congiuntura socio-economica comune al resto del Paese, quanto per una inesperienza accompagnata da una notevole tracotanza.

Se a me capitasse la ventura, per una strana bizza della Storia, di divenire Sindaco della mia città chiamerei a raccolta i migliori non tanto e non solo fra i miei amici più stretti, piuttosto cercherei di allargare il campo non dico agli sconosciuti, almeno ai conoscenti.

Il balletto di rimpasti, rimpastini, sostituzioni familiari inducono a valutare che forse la prima schiera di Lbc non fosse proprio all’altezza della situazione. Certamente donne e uomini onesti, se non fosse che l’onestà è per la politica una precondizione e nulla più.

Se Coletta, dunque, avesse avuto in questa sua prima esperienza amministrativa una coalizione politica in grado di sopperire all’inesperienza forse sarebbe stata tutta una altra favola.

Errare è umano, perseverare è diabolico. Se il Sindaco pensasse di replicare lo schema del 2016 vale a dire correre da solo, sperare nella divisione della destra e al ballottaggio farsi servire i voti del Pd gratis et amore dei , commetterebbe un errore imperdonabile.

Io penso, a naso, che la destra non riuscirà a trovare un minimo comune denominatore. Il personale è quel che è, verrebbe scartato perfino dalla famiglia Orfei. Questo non può essere però un argomento per fare come Cosimo, il personaggio del “Barone rampante “ di Calvino. Basta nascondersi fra i rami degli alberi, caro Sindaco!

E’ arrivato il momento di cimentarsi con la Politica che è compromesso, mediazione, trattativa, gusto per la dialettica. Si metta in discussione, riconosca gli errori che ha compiuto per l’inesperienza che non è una colpa, ma una realtà naturale. Costruisca una coalizione su un programma davvero riformista per Latina. Sindaco, se non avrà il coraggio di farlo, lei rischia di essere ricordato come un piccolo paragrafo di una grande Storia.

Infine, il Pd. In questa città il partito può vantare un paio di personalità con un sufficiente grado di alfabetizzazione politica. Non scriverò nomi né cognomi, semplicemente perché li ho già fatti in precedenti scritti. A loro, che hanno in dono il talento della Politica dico: non rinunciate alla costruzione di un sentiero comune. Non coltivate illusorie ed effimere “alternative” che hanno tutto il sapore dell’avventurismo politico.

Rifuggite la pigrizia e faticate faticate ed ancora faticate nel tessere la tela della politica e delle sue regole eterne.

Mi permetto di scrivere queste righe ché inorridirei nel vedere la mia città nuovamente governata dai soliti noti buoni a nulla e capaci di tutto.

Sono altresì convinto che queste mie parole produrranno lo stesso effetto di una spremuta d’arancia servita ad un malato di Covid-19.

A futura memoria, sperando di essere smentito.


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.