FIUMICINO – Noemi, la ragazza che sognava di essere chef morta insieme al suo chihuahua travolta dalla furia del vento: il dolore della famiglia. Una ragazza solare e piena di vita che sognava di diventare chef, aveva appena finito il corso di alta cucina, la cui tragedia ha scosso un’intera città e distrutto dal dolore la mamma Norma, il papà Franco e il fidanzato Cristiano.

Noemi Magni aveva trascorso il sabato sera a Parco Leonardo con Cristiano il fidanzato, poi lui era andato al lavoro e lei era tornata casa. Più tardi era uscita a comprare le sigarette al tabaccaio di via Coccia di morto e aveva portato con se il suo chihuahua, Cherie: «Lo faccio camminare un po’».

Le ultime parole scambiate con i suoi familiari che gestiscono lo stabilimento Coco Bongo a Focecene prima dell’appuntamento fatale con il suo destino: la sua unica colpa quella di essersi trovata nel posto sbagliato al momento sbagliato. La furia degli elementi l’ha strappata dalla sua auto insieme al suo cagnolino: la troveranno nel canale e tutti i tentativi di rianimarla saranno inutili, il chihuahua in una pozza d’acqua a qualche metro di distanza.

Noemi Magni era una ragazza solare e ben voluta da tutti, amava cucinare e si faceva in quattro per aiutare gli altri. Una tragedia senza senso in quello che il sindaco di Fiumicino ha definito un campo di guerra dopo il passaggio di quella maledetta tromba d’aria alle 2,15 della notte tra sabato e domenica. Una tragedia che ha spazzato via una giovane vita e ha segnato per sempre i suoi cari.

 


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.



Articolo precedenteCuriosità storiche
Articolo successivoGiovedi 1 Agosto in piazza Roma ad Aprilia per la settima edizione del concorso musicale ” Aprilia original Music”