Omicidio Giuroiu, chiesti 24 anni di reclusione in appello

306

LATINA – Chiesta una pena di ventiquattro anni di reclusione nei confronti di Manuel Ranieri, il 19enne di Latina condannato in primo grado all’ergastolo con l’accusa di aver sequestrato e ucciso Nicolas Adrian Giuroiu.

Alla Corte d’Assise d’Appello di Roma si è già espressa la parte civile,l’avvocato Giancarlo Vitelli,l’arringa dell’avvocato Gaetano Marino è prevista invece il 21 aprile, e infine ci sarà la sentenza.

Secondo la ricostruzione dei fatti,il 28enne romeno Giuroiu venne sequestrato a Borgo Sabotino l’8 marzo di tre anni fa, bloccato in strada e costretto a salire sull’auto dei sequestratori.
Una settimana dopo il sequestro venne ritrovato il cadavere, in una cisterna per la raccolta dei liquami, all’interno di un’azienda agricola di Olmobello, a Cisterna. Adrian Ginga, anche lui romeno, confessò il delitto, tratteggiando una storia di prostituzione e di donne.
Secondo Adrian, la vittima aveva cercato di far prostituire appunto la fidanzata del 18enne Manuel Ranieri, che, per difendere la sua fidanzata aveva messo a punto l’omicidio di Giuroiu.
Adrian, afferma di aver aiutato i fratelli Ranieri a compiere il sequestro, ma di non essere implicato nel delitto, che invece sarebbe stato eseguito dai due fratelli Ranieri.


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.



Articolo precedenteI tesori di Cori in mostra per le Giornate FAI di Primavera
Articolo successivoEsposto Della penna: rilevato uno squilibrio di 12 milioni di euro