A inizio pandemia l’aveva detto: è ora di riprendere i pennelli in mano. Detto e fatto. E infatti Fabrizio Libralato, approfittando dei suoi momenti liberi dal lavoro ha dipinto i volti che gli sono più cari e che appartengono agli autori musicali preferiti che segue e ama fin da ragazzo.

E ieri sera in una performance live presso l’enoteca dell’Orologio, tra un bicchiere di vino e un pezzo di formaggio, Fabrizio a capo chino ha lavorato davanti a tutti fino a ora tarda., trasformando così la sua tela bianca in un personaggio musicale recentemente scomparso a cui molti di noi sono davvero affezionati: Franco Battiato.

Fratello gemello di Valerio, noto acquerellista pontino, trasferitosi da poco a Mantova, dove insegna questa particolare tecnica, Fabrizio non è certo da meno. La sua è una pittura acrilica, una tecnica pittorica nata in epoca relativamente recente.

Negli ultimi anni Fabrizio sta curando molto di più questa passione. Lo fa con più continuità. Ha venduto da poco il ritratto su Lucio Dalla. Ma lo fa con fatica, mi dice perché si affeziona molto ai suoi personaggi, che sceglie proprio in base ai suoi gusti musicali: “ in loro cerco di mettere a fuoco gli aspetti meno conosciuti e che io amo di più”.

Le opere di Fabrizio Libralato sono momentaneamente ospitate presso l’enoteca dell’Orologio, in piazza delle Libertà.


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.