Personaggi dello sport, Angelo Conti da general manager del basket all’impegno politico a Latina

142

Dal mondo dello sport all’impegno in politica spesso il tratto è breve. E’ accaduto al mio amico di sempre Angelo Conti che ha lasciato il ruolo di general manager del basket per dedicarsi all’interesse profondo per Fare Latina, organizzazione politica che ha ottenuto un seggio nelle recenti elezioni comunali di Latina, assegnato al candidato sindaco Annalisa Muzio. Angelo si è diplomato geometra all’istituto Vittorio Veneto di Latina ma, inizialmente, ha sempre lavorato come ragioniere in alcune ditte del territorio. Il suo soprannome è “Daffo”, non ho mai capito bene il perché. È sempre stato presente nel quartiere del Tribunale abitando in Via Ulpiano. Ha scoperto il basket sul campo all’aperto in cemento della parrocchia Immacolata essendo molto religioso e frequentatore prima di una chiesetta poi diventata cinema, poi di un luogo di culto bello e frequentato. A dirigere il tutto era Padre Bruno Lorenzi, un frate francescano che amava lo sport. Il campo dell’Immacolata divenne un ritrovo pomeridiano per decine di ragazzi che si sfidavano in accanite partitelle 3vs3. Poi Angelo Conti ha cominciato ad organizzare e giocare in squadre militanti nel campionato di Promozione regionale. Il vero salto di qualità lo ha compiuto assumendo l’incarico di direttore sportivo della Cestistica Latina, operante nel settore femminile, chiamato dal vulcanico presidente Giorgio Tasciotti che gli affidò un settore davvero importante. Lui non mancava mai ad allenamenti e partite, la squadra pontina raggiunse perfino la serie A2. Il suo valore è stato notato dall’Unicar Cesena che lo convinse a trasferirsi nella bella cittadina romagnola dove ha cominciato a lavorare come professionista in un ambiente che gli è rimasto nel cuore. Inutile affermare l’importanza di un’esperienza ai massimi livelli del basket in gonnella con la conquista di scudetti, Coppe Italia e Coppe Europee. A Cesena arrivò da Latina Nvella Schiesaro – nata nel 1973 – diventata una delle più note giocatrici italiane. Le amicizie di Angelo Conti con famosissime giocatrici di basket internazionale sono stati al centro dell’attenzione della stampa baskettara. È facile ricordare l’americana Andy Lloyd, vincitrice delle Olimpiadi di Seoul nel 1988, la croata Vedrana Grgin. Conti ha un amore particolare per Pico, è un comune di 2 776 abitanti della provincia di Frosinoneo. Angelo vi trascorre lunghi periodi di villeggiatura nella sua civettuola abitazione sulle colline dove è riuscito a creare un vero e proprio posto di relax con tanto di pozzo e barbecue. I suoi amici più cari lo prendono spesso in giro per la voglia di mangiare le buone salsicce di Pico, classificato tra i Borghi più belli d’Italia. Dopo una lunga carriera in tante società italiane del settore femminile Angelo nel 2009 è tornato a Latina per ricoprire l’incarico di direttore sportivo della squadra che allora giocava in serie A2, voluto fortemente dai dirigenti Salvatore Garsia e Giacomo Londero. È un attento lettore dei libri del suo paesano Tommaso Landolfi, uno scrittore forse poco conosciuto ma tra i migliori del ‘900. I suoi hobby adesso riguardano il bridge con partite giocate al Circolo Cittadino, tennis con lezioni apprese ai Giardinetti, partite di calcetto, la Juve. Si è appassionato anche alla cucina tanto che segue le trasmissioni culinarie di Real Time, candidandosi a partecipare. Uno dei più cari amici nel mondo del basket è Mario Blasone che con Angelo intrattiene rapporti davvero cordiali, insieme hanno raggiunto l’Australia dopo 24 oredi volo per uno stage che il buon Mario ha tenuto in favore dei coach australiani. L’impegno in politica di Angelo Conti è cominciato da giovanissimo nelle fila della Democrazia Cristiana, una volta venne sgridato da Pino D’Alessandro poiché non lo aveva votato alle primarie per scegliere i candidati al consiglio comunale di Latina “Nèèèèè Conteeeee, mi hai tradito”. Nel 2016 si è candidato al Comune nelle fila di fratelli d’Italia convinto dal senatore Nicola Calandrini. Recentemente ha invece aderito alla lista Fare Latina con candidato a sindaco Annalisa Muzio, non è mai stato eletto al consiglio comunale ma ha intenzione di proseguire l’attività politica. Un solo cruccio: il suo amico Giuseppe Pasquali, detto “Pippi”, non lo ha mai votato. L’ ideologia di sinistra prevale nelle discussioni tra lui e il buon Pasquali davanti l’edicola di Brogialdi nei pressi dello stadio Francioni. “Pippi” è inamovibile, non cambia idea: falce e martello è il voto più bello. Angelo Conti sorride e continua la sua camminata verso il bar Turi Rizzo, indossando giacche casual confezionate su misura per lui da un sarto di fiducia al quale piacciono i colori sgargianti. Il suo barbiere preferito si trova a Cesena, la città che non dimenticherà mai. Il suo impegno nel sociale continua presso la parrocchia di Santa Domitilla con l’impegno nel creare un campo di basket all’aperto dopo aver convinto il parroco don Gianni toni. Organizzare i tornei gli è sempre piaciuto, tanto che la nazionale azzurra femminile ha giocato più volte a Latina in amichevoli e tornei di qualificazione ai campionati europei. Il presidente regionale del Coni Riccardo Viola lo ha nominato fiduciario del Coni per la zona nord della provincia di Latina. Il suo impegno non manca mai ai corsi estivi che si tengono a Sabaudia per giovani laziali denominati “Etica e Sport”. Da tre anni angelo è impegnato fattivamente con l’Osservatorio dello sport e del del turismo sportivo di Latina, presieduto da Annalisa Muzio.


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.




Articolo precedenteSull’autobus senza Ffp2, multato un 44enne di Latina
Articolo successivoLastra a Signa, scritte offensive in strada contro la sindaca Bagni
Paolo Iannuccelli è nato a Correggio, provincia di Reggio Emilia, il 2 ottobre 1953, risiede a Nettuno, dopo aver vissuto per oltre cinquant'anni a Latina. Attualmente si occupa di editoria, comunicazione e sport. Una parte fondamentale e importante della sua vita è dedicata allo sport, nelle vesti di atleta, allenatore, dirigente, giornalista, organizzatore, promoter, consulente, nella pallacanestro. In carriera ha vinto sette campionati da coach, sette da presidente. Ha svolto attività di volontariato in strutture ospitanti persone in difficoltà, cercando di aiutare sempre deboli e oppressi. É membro del Panathlon Club International, del Lions Club Terre Pontine e della Unione Nazionale Veterani dello Sport. Nel basket è stato allievo di Asa Nikolic, il più grande allenatore europeo di tutti i tempi. Nel giornalismo sportivo è stato seguito da Aldo Giordani, storico telecronista Rai, fondatore e direttore della rivista Superbasket. Attualmente è presidente della Associazione Basket Latina 1968. Ha collaborato con testate giornalistiche locali e nazionali, pubblicato libri tecnici di basket e di storia, costumi e tradizioni locali Ama profondamente Latina e Ponza, la patria del cuore.