E’ stato allontanato da casa per aver picchiato e offeso davanti al figlio minorenne la sua compagna, un cittadino albanese residente a Latina. I fatti sono di un paio di giorni fa, quando al centralino della Questura è arrivata la telefonata della donna, 30enne, che ha sollecitato l’intervento della Polizia perché soggetta al comportamento violento del compagno di 35 anni.

A quanto parte, oltre ad accanirsi su di lei fisicamente, l’uomo lanciava oggetti e la insultava in presenza del figlio piccolo. Per la vittima si è reso necessario l’intervento del pronto soccorso che ha diagnosticato un trauma cranico con la lussazione di una falange, mentre nei confronti del 35enne è stato emesso un provvedimento di allontamento urgente e questa mattina il gip Mario La Rosa ha confermato la misura cautelare, prescrivendo anche il divieto di avvicinamento all’ex convivente.

L’uomo, assistito dall’avvocato Moreno Gullì, si è difeso raccontando che non voleva farle male ma la sua versione non è apparsa convincente.


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.



Articolo precedenteScoppia la guerra delle poltrone e dei rifiuti nel Pd del Lazio. Montino: «Sbagliate nomine Egato prima delle elezioni»
Articolo successivoVelletri, vendevano case non loro: 3 persone arrestate per associazione a delinquere