Prescriveva farmaci dopanti ai braccianti agricoli indiani, l’ASL licenzia il medico di famiglia

69

L’Asl Latina ha licenziato Sandro Cuccurullo, il medico di base arrestato nel 2021 in seguito all’operazione “No pain”, condotta dal Nas di Latina e partita da alcune verifiche effettuate su prescrizioni mediche per la dispensazione di farmaci ad uso stupefacente. Lo studio del professionista venne definito un «supermarket di servizi illeciti». Il medico, condannato in primo grado a 5 anni e 4 mesi, rilasciava per finalità non terapeutiche ricette in favore di propri assistiti di nazionalità indiana per la dispensazione di un farmaco con principio attivo ossicodone. La prescrizione del medicinale avveniva non per curare delle patologie, ma per consentire ai braccianti di effettuare gravosi turni di lavoro.


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.



Articolo precedenteSopralluogo per la sicurezza stradale, l’AIFVS se la prende col Prefetto. Delle Cave: «Dov’era quando gli facevamo appello?»
Articolo successivo“Scuole abbandonate e bimbi in pericolo costante”: la denuncia dell’Associazione Borgo Sabotino 2.0