Se ne va un grande sabaudiano.
All’età di 78 anni, si è spento nella serata di ieri Dino Catalano, orafo e pittore, emblema dell’arte nella città delle dune. Una notizia, sparsasi stamane a macchia d’olio, che ha gettato nello sconforto non solo quanti gli erano vicini, ma l’intera città di Sabaudia, come si può ben intuire dai tanti messaggi di cordoglio postati sui social alla diffusione del ferale evento.

Non solo un artista di caratura, a 360 gradi, ma soprattutto un uomo di grande sensibilità e di estremo coraggio.

Al termine del ciclo di scuola media, aveva intrapreso la scuola della lavorazione dell’oro, dedicandosi poi alla pittura, attività che ha abbracciato solo negli ultimi lustri.

Dove, con uno stile facilmente riconoscibile, lasciava emergere il grande amore nutrito per la sua Sabaudia, dipinta “con colori pastosi, decisi, coinvolgenti, brillanti e vivi”, ad esaltarne le caratteristiche già di per sé di profonda suggestione.

“Mi è arrivato tra capo e collo il Morbo di Parkinson e allora capisci che la vita è un dono prezioso. Io dipingo in piena libertà e mi sento di fare tutto quello che mi passa per la mente, perché la libertà è fondamentale” raccontò nel video “Io non ho paura” realizzato nell’ambito del progetto “A memoria d’uomo” ideato e curato da Donata Carelli e Paolo Quaregna, presentato per la prima volta on line nel dicembre 2020.

Un esempio di vita, ma anche un maestro desideroso di condividere l’arte che sapeva esprimere: nel corso degli anni ha aperto la sua casa per trasmettere ad altri i segreti del suo lavoro artistico, tanto da formare un vero e proprio cenacolo.

“Oggi Sabaudia ha subito una grande perdita. Dino Catalano era un grande pittore. Un artista che ha fatto la storia della nostra città. A nome di tutta l’Amministrazione Comunale esprimo le più sentite condoglianze ai familiari”, le parole di cordoglio del sindaco Alberto Mosca

I funerali si terranno giovedì alle ore 11,00 presso la Chiesa della Santissima Annunziata di Sabaudia


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.



Articolo precedenteAutostrada Roma-Latina, il Segretario della Cisl Latina Cecere: «Ci battiamo da anni per la sua realizzazione. Ultimo emendamento può accelerare i tempi»
Articolo successivoViene trovato a litigare in strada con l’ex nonostante il divieto di avvicinamento: arrestato un 47enne