Tre impianti per telecomunicazioni mobili nel giro di poche centinaia di metri e prossimi alle abitazioni. E’ quanto sta accadendo a Molella, dove ai due già installati sta per aggiungersene un terzo.

Tante le segnalazioni pervenute al presidente del Comitato di Frazione Molella Mezzomonte Palazzo, Enzo Cestra, da parte di altrettanti residenti in loco, mossi dalla preoccupazione per gli eventuali danni che le emissioni elettromagnetiche potrebbero produrre.

Nello specifico gli abitanti di Molella vogliono sapere se i comuni di San Felice Circeo e Sabaudia, in cui ricadono i territori interessati, sono provvisti del “Piano di Riassetto Analitico delle Emissioni Elettromagnetiche Territoriali” (PRAEET), progetto etico per la tutela della salute e dell’ambiente, la cui efficacia è stata ribadita lo scorso mese di gennaio dal Consiglio di Stato.
E, secondo Cestra, analoga situazione si delinea nella frazione di Mezzomonte.

Per quanto precede, il presidente fa appello ai sindaci di San Felice e Sabaudia, Giuseppe Schiboni e Giada Gervasi, “affinché facciano pervenire al Comitato copia dei documenti ufficiali di attivazione del piano per tranquillizzare i cittadini”.

“In caso contrario – conclude – informeremo il signor Prefetto di Latina, le forze di polizia e la Procura della Repubblica di Latina, visto che c’è in gioco la salute dei nostri concittadini”.


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.