Nulla è perso. Sabaudia l’anno prossimo ritroverà la sua Coppa del Mondo. Quella per la quale aveva lavorato tanto, quella che il covid-19 le aveva scippato, azzerando il calendario internazionale 2020 del canottaggio. Già bella e fissata la data: 4 – 6 giugno 2021. Un risultato scaturito dall’impegno di tutti gli Enti coinvolti nel progetto: Comune di Sabaudia, Regione Lazio, Coni e Federazione Italiana del Remo. Fondamentale, come ha detto il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti all’ufficializzazione della notizia, si è rivelata la partenership tra tutti i soggetti interessati, “per coltivare e valorizzare le vocazioni di sviluppo del territorio”. “Per noi tutti – ha aggiunto – l’obiettivo è quello di sostenere e incentivare con convinzione la vocazione remiera del Comune di Sabaudia poiché, come rappresenta un’importante opportunità per mettere in vetrina le eccellenze del nostro territorio e uno straordinario volano di crescita e sviluppo per il turismo e per il tessuto economico di tutto il litorale pontino”.
Sulla stessa linea il presidente del Coni, Giovanni Malagò: “La grande capacità organizzativa e tecnica del complesso remiero di Sabaudia ancora una volta ha ottenuto giudizi lusinghieri dalla Federazione Internazionale di Canottaggio. L’assegnazione, nel giugno 2021, di una importante tappa di Coppa del Mondo è un risultato di grande prestigio. È senza dubbio il meritato riconoscimento di un grande lavoro sinergico svolto dalle amministrazioni di Regione e Comune insieme alla Federazione Italiana e al CONI. Questa prova sarà uno degli ultimi test in vista dei Giochi Olimpici di Tokyo che si svolgeranno poche settimane dopo. Uno sguardo particolare sarà rivolto alle atlete e agli atleti azzurri che avranno, sono certo, uno stimolo in più per dare il massimo in vista dell’appuntamento olimpico”.
Ad esprimersi è stato anche il Presidente della Federazione Italiana Canottaggio, Giuseppe Abbagnale, uno che la città di sabaudia e il lago di Paola li porta veramente nel cuore: “Dire che sono felice, è poco. La Federazione Internazionale continua a ritenere l’Italia un Paese in grado di ospitare grandissime manifestazioni. Questo ci riempie d’orgoglio, perché nel prossimo quadriennio Varese e Sabaudia saranno al centro dell’attenzione remiera. Questa terza prova di Coppa del Mondo assegnata alla città delle dune nel giugno del 2021 è la riprova di come la sinergia tra Regione, Coni, Fic e Comune possa portare a grandi risultati. Ci siamo ripresi quello che, purtroppo, questa emergenza Covid-19 ci aveva tolto, ma il fatto che la Fisa abbia scelto di nuovo Sabaudia, è una grande vittoria di tutti noi, di un’intera nazione remiera, pronta a portare sempre in alto i colori italiani. Sono felice, molto felice di questa assegnazione che, tra l’altro, arriverà a poco più un mese dalle Olimpiadi. Sarà, dunque, quella di Sabaudia, una terza prova di Coppa del Mondo davvero molto attendibile”.


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.