Salvetti presenta il programma alla città: lavoro, sicurezza e decoro le promesse per la Livorno del domani

Il sindaco uscente presenta il suo programma alla città in vista delle prossime amministrative

78

LIVORNO – Questa mattina (sabato 18 maggio, n.d.r.) il sindaco Luca Salvetti ha presentato il programma per la sua ri-candidatura a sindaco della città. Davanti a sostenitori e candidati ha snocciolato le sue priorità per la Livorno che verrà:

  • Sicura
  • Verde e salubre
  • Laboriosa
  • Innovativa
  • Pianificata
  • A misura di bambino
  • Attenta, altruista e aperta al mondo
  • Attiva sul mare
  • Ricca di opportunità

Tanti i punti trattati, dalla voglia di lavoro, che non può combattere con l’ambiente ma deve coesistere con questo, fino allo sviluppo del trasporto pubblico locale. Poi i grandi classici: lo sviluppo del sottopasso delle Fonti del Corallo e il trasporto veloce Livorno-Pisa-Lucca. Sul primo, sottolinea il primo cittadino “ci sono tutte le risorse già in campo per liberare questo bellissimo monumento” afferma Salvetti fra gli applausi.

Ma Livorno deve anche “diventare un distretto tecnologico della logistica“, perché il sindaco uscente ci tiene a specificare che il lavoro è al centro del suo programma. Poi viene toccato il tema dei giovani, biblioteche, aule studio e nuovi percorsi ITS. Un tema che in questi anni ha profondamente diviso i livornesi è il decoro urbano, che ha attirato (come era già successo con i passati sindaci) grandi critiche verso l’attuale amministrazione ma che non è mai venuta meno nella dialettica della giunta e di Salvetti.

Poi il sindaco attacca chi lo ha criticato in questi anni di essere “amico del cemento”: “Se costruire una scuola, un impianto sportivo o un ospedale vuol dire essere cementificatori sì, siamo cementificatori”.

Livorno per i bambini

Livorno ha lavorato per tanti anni affinché il livello delle misure per la prima infanzia fosse ottimo, e infatti i livelli della città sono molto buoni. Per merito nostro ma anche delle precedenti amministrazioni. Abbiamo realizzato dopo decenni scuole nuove e ne abbiamo progettate altre. Le scuole modulari per consentire i lavori agli istituti sono state una formula vincente che rivendichiamo anche per il futuro”.

Salute e sanità

Abbiamo un bel progetto dell’ospedale, nel 2019 non c’era nulla, abbiamo già fatto le permute per poterlo realizzare. Abbiamo un’idea della cittadella della salute, dove abbiamo un’idea precisa di cosa farci. Sull’ospedale non si torna indietro, nel rispetto dei cittadini” poi spiega i rapporti con l’università di Pisa, che si stanno sviluppando per un polo di chirurgia robotica.

Livorno aperta al mondo

Questo tema è mera sensibilità, non si può andare dietro agli slogan” dice Salvetti.

Poi un attacco agli avversari: “C’è chi si vanta che il ministro di turno viene a Livorno, ma lo fa per campagna elettorale. Noi con i ministri (la De Micheli, n.d.r.) non abbiamo fatto la sfilata ma ci siamo seduti ad un tavolo e abbiamo ottenuto 200 milioni che mancavano per la Darsena Europa, altro che campagna elettorale!“.

Salvetti conclude fra gli applausi che consacrano l’approvazione popolare della sala, adesso è iniziata la vera campagna elettorale dove il sindaco uscente cercherà l’approvazione popolare, quella vera, della città che ha governato per cinque anni.

 


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.