“Scatole di Natale” per i più fragili, l’iniziativa sbarca anche in Toscana

A Firenze, Pisa, Lucca e altre pronvince, scuole e cittadini hanno aderito, si tratta di una bellissima idea per portare il Natale anche ai più fragili, partecipare è semplice: non lasciamo nessuno da solo.

99

Firenze – 21 dicembre 2020

L’iniziativa delle “scatole di Natale” è stata lanciata da una cittadina milanese e grazie ai social network è divenuta virale in tutta Italia, giungendo anche a Firenze. Si tratta di una bellissima idea con lo scopo di portare lo spirito natalizio, un sorriso e un po’ di calore umano, a coloro che in questo frangente, difficile e doloroso per molti cittadini, si trovino in una condizione di impossibilità, solitudine o sofferenza.
Moltissimi fiorentini hanno deciso di partecipare a questo progetto insieme ad associazioni di volontariato e ai bambini delle scuole primarie che, correndo in aiuto a Babbo Natale, hanno preparato migliaia di pacchi, per far trovare un dono sotto l’albero anche a coloro che non possano permetterselo o si sentano soli.
“Al progetto stanno lavorando tutte e 5 le Reti di solidarietà dei 5 quartieri – hanno detto i presidenti dei Quartieri – a testimoniare ancora il grande spirito di solidarietà che anima le nostre comunità”.
“È una bellissima iniziativa che regalerà un sorriso alle persone meno fortunate e più in difficoltà – ha detto il sindaco Nardella -. Con la giunta abbiamo deciso di partecipare e ognuno di noi ha preparato una scatola, che ha un grande valore perché è piena di affetto e attenzioni per i nostri concittadini che vivono in condizione di fragilità. Le numerose scatole preparate dai fiorentini, e pronte per essere consegnate, sono la dimostrazione che la nostra comunità ha nel proprio DNA i valori della solidarietà e della generosità ed è sempre pronta a tendere una mano a chi ha più bisogno. E questo per noi amministratori è motivo di immenso orgoglio. Vorrei ringraziare tutti coloro che hanno reso possibile la realizzazione di questa bella iniziativa.”

L’assessore a Welfare ed Educazione Sara Funaro ha espresso approvazione: “Quando ci sono iniziative di questo tipo i fiorentini rispondono sempre con entusiasmo e dimostrano il loro grande cuore solidale e la loro immensa generosità. E proprio la premura e l’amore per il prossimo sono ben rappresentati dalla Rete di solidarietà dei Quartieri, che sono una delle anime del volontariato cittadino che durante questa pandemia si è adoperato al massimo per non fare sentire soli anziani e persane fragili, supportandoli con la loro vicinanza anche nei momenti più difficili del lockdown. Le ‘Scatole di Natale’ scaldano il cuore di chi le prepara e di chi le riceve. Sono molto felice che questa iniziativa abbia coinvolto anche tanti bambini delle scuole che con tanto amore e dolcezza hanno confezionato la propria scatola natalizia per i fiorentini meno fortunati. È bello vedere che i più piccoli hanno attenzioni particolari e sono premurosi con chi ha più bisogno. È il segno che la nostra comunità è e continuerà ad essere forte, coesa e solidale in cui nessuno è lasciato indietro”.
Partecipare è semplice, basta riempire una scatola da scarpe con dei doni di qualunque tipo, dolci, giocattoli, prodotti di bellezza e chi più ne ha più ne metta, così come hanno fatto il sindaco Dario Nardella e tutti gli assessori della giunta comunale, i quali hanno già consegnato la propria ‘Scatola di Natale’ all’associazione ‘Giardino di Borgo Allegri’, con regali per bambini e anziani.
Questo Natale non sarà come gli altri, molte più persone saranno in difficoltà, tante si troveranno sole, altre dovranno rinunciare all’affetto dei propri cari, anziani, bambini, genitori, figli, fratelli, ognuno di noi può fare la propria parte, nel suo piccolo, non lasciamo nessuno a se stesso e ricordiamo che gli elfi di Babbo Natale hanno sempre bisogno di una mano in più.


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.