Troppe vittime della strada. Troppi giovani muoiono! Nel Weekend 25 morti. L’assurda fine di Annargenide Astuto

830

Glii incidenti stradali in Italia continuano a segnare tragici record. Secondo l’Osservatorio Asaps (Associazione amici e sostenitori della polizia stradale) nei weekend di novembre si sono registrati in Italia 79 morti, di cui 13 motocilisti, sette ciclisti e 12 pedoni. Numeri a cui si aggiungono, spiega il presidente Giordano Biserni, i 25 morti di questo weekend, il primo di dicembre, che ha visto la scomparsa tra gli altri di un neonato e 7 giovani: un 18enne in provincia di Sondrio, una 23enne a Milano, e una minorenne e tre 22enni in provincia di Perugia. Durante l’estate Asaps aveva rilevato 448 morti tra giugno, luglio e agosto (con 167 motociclisti, 28 ciclisti e 39 pedoni), nei fine settimana, con il record in quello tra il 29 e il 31 luglio, dove c’erano state 45 vittime.

Che dire dell’incidente di Ancona, dove un’ambulanza è stata travolta da un tir e sono deceduti il paziente e l’autista, che aveva 28 anni. E che dire di Gaeta, dove l’ex primaria di oculistica del dono Svizzero di Formia, Annargenide Astuto, travolta dal camion, mentre tornava dalla pasticceria, dove aveva acquistato i dolci per  festeggiare il compleanno  della figlia e il marito, anche lui dottore ginecologo del dono Svizzero, ha visto morire la moglie ?

Tragedie che non potranno essere cancellate dai familiari, dai parenti, dagli amici. E’ il destino cinico e baro oppure è la distrazione, la velocità, all’origine di tanti tragici incidenti?

Quando si guida bisogna sempre pensare che l’auto è come un proiettile che può anche impazzire o che può essere travolta da un mezzo pesante. Siamo noi i protagonisti! Chi è alla guida deve essere consapevole che non può giocaere, non può scherzare. La strada è la strada e l’ANAS, alla fine dei suoi comunicati, ricorda sempre che “quando si Guida, Si Guida e Basta “. Vuol dire che  non bisogna pensare ad altro. Ma tra telefonini e radio a tutto volume come si fa a guidare con sicurezza ? Ecco perchè ci vuole massima responsabilità, senza mai dimenticare che si puo’ perdere la vita in un secondo o distruggere la vita di un altro. Basta un attimo!


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.



Articolo precedenteTerremoto a Perugia avvertito pure in Toscana, al momento non si registrano danni a persone o cose
Articolo successivoScoppia la guerra delle poltrone e dei rifiuti nel Pd del Lazio. Montino: «Sbagliate nomine Egato prima delle elezioni»
Per oltre 30 anni la voce di Radio Rai e Rai Tre in provincia di Latina, ho seguito i maggiori eventi che hanno interessato il nostro territorio. Oggi una nuova esperienza con News-24.it di cui ho assunto la direzione, aiutando con la mia esperienza e la mia passione un gruppo di giovani talenti della comunicazione on line a crescere e ad affermarsi.