Tullio Sante (PD): “Orsini poco credibile”

234

ROCCAGORGA –

“Quando non si hanno argomenti e quando non si è in grado di dare alcuna risposta di merito, la migliore difesa rimane per questa amministrazione, un attacco senza senso, frutto di una mediocrità politica e culturale, che sfocia spesso nel vittimismo spicciolo”. È quanto sostiene in una lunga nota il capogruppo del PD del consiglio comunale di Roccagorga Sante Tullio criticando l’intervento di Andrea Orsini, assessore al Turismo e politiche di valorizzazione del territorio, Decoro urbano e sostenibilità, Agricoltura ed artigianato. “Lezioni di coerenza l’assessore Orsini non può proprio darle a nessuno. Militante un tempo della sinistra giovanile, quella del mito di Che Guevara, della Casa del Popolo, approda nell’ultima competizione elettorale sulla via di damasco nella Lega di Salvini, che oggi sta all’opposizione di questa amministrazione, ed è stato “cacciato” dal gruppo consigliare della Lega perché non risponde agli indirizzi politici del partito rappresentato a livello locale da Maurizio Fusco. Quindi fa le stesse cose che prova a contestare, veramente poco credibile per sé e per gli altri.” Tullio Sante ribadisce un tema importante, che non riguarda solo il partito democratico, che giustamente si interroga e interroga questi amministratori se hanno consapevolezza dei problemi della comunità, colpita duramente dalla pandemia, diventata un vero e proprio alibi per nascondere tutte le mancate risposte ai problemi. “Roccagorga piange i suoi morti, troppi, strappati alla vita da un virus che non è di parte, colpisce tutti, ma nello stesso tempo ci richiama a comportamenti corretti, a controlli, non a prediche, ma a responsabilità collettive e ce ne sono, altro se ce ne sono. L’Assessore se è in grado – prosegue Sante Tullio – dovrebbe spiegare quali sono “le scelte operate dal PD in favore di pochi ed a svantaggio della intera comunità”, gli slogan sono molto più semplici da dire che da capire. Noi, l’amministrazione guidata dal Partito Democratico con il Sindaco Carla Amici e con le forze di sinistra, partito socialista e Sinistra italiana, si è assunta sempre la responsabilità delle proprie scelte nell’interesse della comunità amministrata, scelte importanti, non abbiamo mai anteposto i fatti e gli interessi personali. Voi a due anni di distanza le uniche scelte che siete stati in grado di fare sono solo quelle delle “vendette personali” e l’inerzia su tutto. Roccagorga piange la moria di finanziamenti su progetti, gli unici finanziamenti provengono direttamente dallo Stato e dalla Regione, piange la grave perdita del servizio civile, un’opportunità di crescita culturale e sociale per i nostri ragazzi, accolti dai comuni limitrofi, non siamo più la “città che legge” cancellata per il biennio 2020-2021, piange la cacciata delle professionalità che da anni hanno garantito la biblioteca, l’etnomuseo ed il centro di aggregazione giovanile, piange la riduzione della percentuale di raccolta differenziata, piange un decoro urbano sempre più abbandonato a sé stesso ed alla volontà dei singoli cittadini, piange la cancellazione dei progetti di inclusione ed integrazione sociale, piange le due Farmacie che vedono sempre più cittadini disperati nella ricerca di farmaci che non ci sono, costretti a rivolgersi alle farmacie degli altri comuni limitrofi, nell’incapacità assoluta di gestire tali situazioni da parte di chi avete chiamato a dirigere un gioiello, l’azienda speciale Vola , che avete violentato senza comprenderne l’alto valore, ma il tempo come altre vicende in cui vi siete avventurati sarà come sempre galantuomo nel ristabilire la verità”


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.