OPUS SABAUDIA – CON.CREA.MARIGLIANO 3-0
OPUS SABAUDIA: Zornetta 13, Ferenciac 10, Pomponi 1, Miscione 9, Rossato ne, Palombi ne, Recupito (lib.), Conoci, Tognoni 6, Torchia (lib.), De Vito 4, Meglio, Schettino 1, Calarco 10. All. Saccucci
CON.CREA.MARIGLIANO: Gallo 8, Bianco 1, Rumiano 5, Nappi ne, Casoli 4, Cantarella, Mautone, Esposito 6, Barone (lib.) ne, Ciollaro 6, Citro, Conforti lib ne. All. Cirillo
Arbitri: Proietti e Adamo
Parziali: 25-19 (29’), 25-16 (24’), 25-15 (22’)

SABAUDIA – L’astinenza è finita. L’Opus Sabaudia ritrova vittoria e bottino pieno, regolando facilmente la cenerentola Marigliano tra le mura del PalaVitaletti.

Un successo pieno, senza patemi, come si evince scorrendo il tabellino, con gli ospiti mai in grado di impensierire i padroni di casa, passati proprio due giorni fa alla guida tecnica di Marco Saccucci dopo l’esonero di Mauro Budani, per gli scarsi risultati fin qui ottenuti dalla squadra, non corrispondenti certo alle aspettative della società.

“Una boccata di ossigeno – asserisce il vice presidente Lino Capriglione – che ci dà motivazioni in più per domenica prossima, visto che ci aspetta uno scontro diretto importante, l’auspicio è anche quello di recuperare progressivamente gli infortunati e affrontare il resto del campionato con un po’ più di tranquillità. Ho visto una buona prestazione, senza cali di tensione e ci godiamo questa vittoria consapevoli di dover giocare un’altra sfida importante tra pochi giorni».

Soddisfatto, naturalmente, anche Marco Saccucci, alla sua prima volta in panchina nella nuova veste di head coach: «Non è stata una vittoria scontata, le cose diventano facili quando tutti fanno il proprio lavoro, abbiamo preparato bene la partita e quando tutti spingono da una parte le cose si possono fare. Ci eravamo promessi di essere feroci e così è stato, volevamo ripartire dall’allenamento, purtroppo in queste settimane eravamo come turisti in palestra e abbiamo tutti la coscienza sporca. Adesso siamo tornati e sappiamo cosa vogliamo, ci godiamo questa vittoria ma sappiamo che abbiamo un’altra sfida importante tra pochi giorni e abbiamo poco tempo per prepararla».

In avvio di partita mister Saccucci schiera Schettino in palleggio opposto in diagonale a Calarco, laterali Ferenciac e Zornetta, centrali Miscione e Tognoni con Torchia libero. I sabaudiani iniziano forte e martellano dalla linea dei nove metri, specie con Zornetta, con Marigliano che riesce tuttavia a tenere botta. A metà set però la squadra pontina piazza un primo break che culmina con l’ace di Calarco che vale il 16-11. I campani accusano il colpo e Sabaudia ne approfitta fino al 25-19 che chiude il primo gioco. Stessa musica al cambio di campo con Sabaudia che sin dalle battute iniziali mette pressione agli avversari arpionando il secondo set con il punteggio di 25-16. In avvio di terza frazione colpo di coda del Marigliano, che riesce a creare qualche piccola apprensione nei ragazzi di Saccucci. Ma è solo un fuoco di paglia che si spegne definitivamente quando i padroni di casa ritornano a spingere sull’acceleratore, per concludere la contesa sull’eloquente score di 25-15.

«Venivamo da un periodo molto difficile, in cui abbiamo sofferto molto e perso molte partite, questa vittoria è molto positiva per noi e deve darci tanta carica – commenta infine Stefano Schettino, capitano e palleggiatore dell’Opus –. Partita facile? Non proprio. Siamo stati bravi a mettere subito sotto pressione il nostro avversario imponendo il nostro ritmo: abbiamo lavorato su alcune situazioni e siamo riusciti a svilupparle durante la partita».



News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.