Home Spettacoli&Eventi Cultura Al Castello baronale di Maenza è di scena il LATIUM FESTIVAL...

Al Castello baronale di Maenza è di scena il LATIUM FESTIVAL 2020

MAENZA – Grande attesa domani pomeriggio a Maenza per il gradito ritorno del “LATIUM WORLD FOLKLORIC FESTIVAL – Musiche, Danze e Arti di Strada popolari del mondo per una cultura della Pace” CIOFF®, edizione 2020, Festival nazionale e intercontinentale di folklore, continuità del vecchio Festival della Collina dei monti Lepini fortemente voluto e sponsorizzato dall’Associazione “Gerardo Restaini”.

Appuntamento culturale di primissimo piano nel panorama delle manifestazioni estive in regione, l’edizione 2020 del Festival Mondiale del Folklore e delle Arti di Strada del Lazio, semplicemente chiamato anche LATIUM FESTIVAL, si sta svolgendo tra il 31 luglio e il 10 agosto, ed è un’edizione eccezionalmente caratterizzata dalla presenza di gruppi di musica etnica e popolare, italiani e stranieri, quest’ultimi residenti sul territorio italiano, un’edizione che sta coinvolgendo 12 Comuni di 3 province della regione Lazio.

In questo anno 2020 il Festival si sta presentando agli spettatori e ai cultori di antiche tradizioni soprattutto attraverso l’apporto di importanti musicisti etnomusicologi e gruppi di musica etnica e popolare, anche professionisti, rappresentanti l’EUROPA, oltre al coinvolgimento di alcuni gruppi folkloristici e di musica etnica, nazionali e di etnia internazionale, quest’ultimi dislocati in Europa o in Italia, in particolare nell’area di Roma, da immigrati giunti dall’AMERICA LATINA, dall’ASIA e dall’AFRICA.

Gruppo italiano di eccellenza in questa edizione del LATIUM WORLD FOLKLORIC FESTIVAL, gli Sbandieratori del “LEONE RAMPANTE” di Cori che in questo anno 2020 stanno celebrando il loro CINQUANTENNALE della Fondazione.

Nell’anno del 50° Anniversario del CIOFF® mondiale, l’edizione 2020 del LATIUM WORLD FOLKLORIC FESTIVAL è stata organizzata con il Patrocinio dell’UNESCO – ICH e del CIOFF® mondiale, del MIBACT – MINISTERO PER I BENI E LE ATTIVITÀ CULTURALI E PER IL TURISMO, del MIBACT – DIREZIONE REGIONALE MUSEI LAZIO, del PONTIFICIO CONSIGLIO DELLA CULTURA, dell’ANCI – ASSOCIAZIONE NAZIONALE COMUNI ITALIANI, della REGIONE LAZIO, del Comune di Roma, del Comune di Cori e di alcune città del Lazio, del FAI – FONDO AMBIANTE ITALIANO, dell’Associazione Europea delle Vie Francigene, del Comitato della Via Francigena del Sud, della FONDAZIONE “ROFFREDO CAETANI” DI SERMONETA e della LUNID, la Libera Università dei Diritti Umani.

Nel tardo pomeriggio, con inizio alle ore 19:00, Parata degli Sbandieratori del “LEONE RAMPANTE” di Cori nel centro storico di Maenza, con spettacolo finale nel piazzale antistante il Castello Baronale. Gli sbandieratori quest’anno rappresenteranno idealmente tutti i gruppi internazionali che in questa edizione 2020 dovevano arrivare al Festival e che sono stati reinvitati per il 2021: Argentina, Brasile, Buriatia (Fed. Russa), Filippine, Swaziland, Messico ed infine la Nuova Zelanda con i famosi MAORI.

Il gruppo sarà accolto dal Sindaco di Maenza, Claudio Sperduti, e dal Presidente della Consulta dei Piccoli Comuni di Anci Lazio, Lubiana Restaini, quest’ultima anche nella qualità di Delegata ANCI Lazio alla Cultura che sta fortemente promuovendo lo storico Festival dei monti Lepini legato al CIOFF® a diversi paesi e città della regione.


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.