APRILIA – Fabio Altissimi patron di Rida Ambiente vuole mettere i puntini sulle i dopo l’attacco ricevuto da Pino Simeone nei giorni scorsi che accusava l’azienda apriliana di aver beneficiato di un’ultima regalia di Zingaretti sulla tariffa dei rifiuti.
«E’ sotto gli occhi di tutti – attacca Altissimi – che l’autore della “transumanza dei rifiuti” sia stato il Governo Zingaretti è fuor di dubbio; che non abbia realizzato gli impianti minimi indispensabili per lo smaltimento dei rifiuti dell‘intero Lazio, è fuor di dubbio; che abbia permesso che il costo di gestione degli stessi rifiuti dal 2013 ad oggi sia praticamente triplicato, è pure fuor di dubbio. Va altrettanto ricordato al Consigliere Simeoni che il Comune di Formia e di Fondi se hanno un debito di Euro 300 mila euro, non è certo nei confronti di Rida Ambiente, ma probabilmente di qualche altro impianto, autorizzato dalla Giunta Zingaretti.
Infine, ricordiamo che la maggioranza di centrosinistra che sostiene Zingaretti, nel 2018, all’indomani del voto, non aveva i numeri per governare e che, proprio grazie alla “stampella” di Forza Italia, riuscì a superare indenne la mozione di sfiducia proposta nel dicembre 2018, lasciando il Governatore ben saldo sulla poltrona di Presidente della Regione fino a giorni nostri.
Vogliamo ricordare altresì che proprio il Consigliere Simeone ha ricoperto, per circa tre anni, l’incarico di Presidente della Commissione Sanità, ruolo che è sempre stato assegnato ad un membro di maggioranza in quanto Commissione permanente. Pertanto si può ben dire che, insieme a Zingaretti, è quantomeno co-autore dello scempio che egli stesso lamenta.
Rimaniamo in attesa di sapere chi dovrà realizzare la discarica sull’ATO di Latina».

News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.