Nell’ambito della settimana dedicata alla Giornata della Memoria, l’aula consiliare del Comune di Cisterna di Latina ha ospitato l’incontro tra gli alunni delle classi terze della Scuola Secondaria di primo grado “A. Volpi” e i docenti con la scrittrice e giornalista Daniela Palumbo, autrice dei libri “A un passo da un mondo perfetto” e “Le valigie di Auschwitz”. 

È stata l’occasione per dialogare e riflettere con un’esponente di spicco della narrativa per ragazzi sui grandi temi della storia, in particolar modo dell’Olocausto. I ragazzi hanno recitato monologhi, letto carteggi immaginari tra i protagonisti della storia, rielaborato le loro riflessioni sotto forma di opere d’arte e disegni e hanno posto domande alla scrittrice che è stata anche l’autrice di un libro sulla vita di Liliana Segre.

A metà mattinata Daniela Palumbo ha raggiunto il plesso di Scuola primaria Dante Monda dove ha incontrato gli alunni delle classi quarte insieme agli alunni delle classi quarta e quinta del plesso di Borgo Flora. I bambini hanno avuto modo di dialogare con l’autrice sui significati che sottendono alle storie del libro “Le valigie di Auschwitz”, vincitore del premio letterario il Battello a Vapore nel 2010. I giovani lettori hanno condiviso le loro riflessioni attraverso elaborati per immagini e brevi pensieri.

Per l’amministrazione comunale, che ha patrocinato l’iniziativa, erano presenti il sindaco Mantini, gli assessori Innamorato, Carletti, Pagnanelli e Mariottini.

«Mi capita raramente nei miei incontri con le scuole e i ragazzi di trovare una così calorosa accoglienza – afferma la scrittrice Daniela Palumbo -. Sono rimasta molto colpita dai lavori artistici preparati dai ragazzi che immagino abbiano dedicato molto tempo non solo alla lettura del libro ma anche all’elaborazione delle opere musicali e teatrali. Auguro loro di continuare a coltivare la speranza, è l’unica cosa che gli basta per tendere ad un mondo perfetto».

«Ringrazio la dirigente scolastica Nunzia Malizia, il corpo docente e gli studenti per l’interessante ed emozionante incontro – ha detto il sindaco Mantini -. Il tema della guerra e delle persecuzioni, purtroppo, è ancora di attualità, e le scuole svolgono un’importantissima funzione di conoscenza storica, riflessione ed educazione culturale per poter sperare in un futuro di pace».


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.



Articolo precedenteMuseo Fattori, domenica 4 febbraio ingresso gratuito
Articolo successivoAuguri a Maria! 103 candeline per la signora Maria Sanfatti