Emessa l’ordinanza di chiusura di Calafonte a Ponza dopo il crollo di ieri. Ma l’isola è sicura ?

64

Un improvvso crollo del costone roccioso è avvenuto nel pomeriggio di ieri a Ponza, in località Calafonte, nella frazione di Le Forna, nella parte settentrionale dell’isola. La suggestiva cala, che guarda verso Palmarola, è stata investita, verso le 18, dai massi rocciosi staccatisi dal costone che la sovrasta e che  non hanno ferito nessuno perchè deserta. Il materiale roccioso  ha raggiunto tre barchette tirate a secco.

Quel tratto di costa, chiuso per quattro anni, era stato oggetto di lavori di messa in sicurezza che avevano portato a ingabbiare con reti e bullonature il costone che presentava qualche crepa, com’è naturale per il tipo di costa che caratterizza l’arcipelago ponziano. Proprio in questi giorni era stato emesso un bando per l’assegnazione della gestione del servizio di balneazione per l’ imminente stagione estiva. Per ora, non si comprendono  le origini del crollo, anche se qualcuno azzarda l’ipotesi che tutto è riconducibile al fenomeno sismico che nella giornata di ieri ha interessato la zona di Pozzuoli e i campi Flegrei. Sul posto si sono recati il sindaco, Francesco Ambrosino, accompagnato da agenti della Polizia Locale, per rendersi conto della situazione.Dell’accaduto è stata informata la prefettura e i competenti uffici regionali.

Intanto stamane  è stato emessa l’ordinanza di chiusura dell’intera area


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.