LATINA – Si è tenuta questa mattina presso il Circolo Cittadino “Sante Palumbo” di Latina una conferenza stampa indetta da Vincenzo Zaccheo e dai Capigruppo del Centrodestra Matilde Celentano (FDI), Massimiliano Carnevale (Lega) e Dino Iavarone (Latina nel Cuore), convocata dopo che l’amministrazione comunale ha perso un finanziamento di 4 milioni di euro per la messa in sicurezza e l’adeguamento sismico dei plessi scolastici Corradini, Giuliano, Prampolini e Mazzini.

Da mesi impegnato a seguire l’evolversi della vicenda, il già sindaco di Latina Vincenzo Zaccheo ha sottolineato come «oltre al rischio alla quale saranno esposti i nostri figli e nipoti, si registra un danno erariale di più di 4 milioni di euro per la progettazione di opere che non saranno mai realizzate». Il candidato sindaco dell’ultima campagna elettorale, inoltre, ha aggiunto come «quelle per la messa in sicurezza delle scuole non sono le uniche risorse perse dall’amministrazione comunale: anche le somme inserite nel piano triennale per le opere pubbliche del 2018 – un altro milione e mezzo di euro circa –, infatti, sono scomparse».

«Con questa conferenza stampa vogliamo mettere in evidenza l’inefficienza e l’inerzia di questa amministrazione, la quale non ha fatto altro che commissariare questa città» ha proseguito la Capogruppo di Fratelli d’Italia Matilde Celentano: «Non possiamo passare sopra un finanziamento perso di oltre 4 milioni di euro: i bambini e l’istruzione non devono essere toccati, mai. Tuttavia, invece di fare mea culpa» prosegue la Celentano «dal Comune tirano fuori una serie di scuse addossando colpe qua e là – dalla mancanza di personale alla pandemia –, quando in realtà sono loro stessi ad essere i responsabili di tale situazione. Non consentiremo più a questa maggioranza di agire in questo modo».

Una linea di pensiero condivisa anche dalla Consigliera comunale di FDI Patrizia Fanti, intervenuta a margine dell’incontro per sottolineare come questa amministrazione manchi «non solo di memoria storica, ma soprattutto di visione per il futuro», e dal Consigliere Gianluca Di Cocco, il quale ha accennato invece alla situazione della marina.

Anche Massimiliano Carnevale, Capogruppo della Lega, ha definito la «sistematica perdita di occasioni ed opportunità una costantedell’amministrazione Coletta – dal ristoro della nucleare all’alta diagnostica, fino ad arrivare alla scuola e al ponte Mascarello. Se non si intercettano i finanziamenti, infatti, sarà difficile dare risposte alla cittadinanza solamente attraverso il bilancio» ha sottolineato Carnevale il quale, in merito al problema della mancanza di personale, ha poi aggiunto: «Per anni l’attuale amministrazione non ha saputo valorizzare quello presente, punendo chi non si allineava al diktat imposto e, di conseguenza, provocando la fuga delle nostre eccellenze verso altri enti. La mancanza di personale per giustificare i finanziamenti persi è dunque una scusa che non regge, un alibi utilizzato per cercare goffamente di nascondere una situazione creata dalla stessa amministrazione».

Colpe che, secondo il Capogruppo di Latina nel Cuore Dino Iavarone, intervenuto subito dopo, non possono «essere giustificate dall’inesperienza: dopo 6 anni targati LBC continuiamo ad assistere ad inefficienza sotto tutti gli aspetti, con un sindaco che non solo non ha avuto il coraggio di scusarsi, ma che si è anche preso i meriti per dei progetti che non sono mai stati realizzati e, soprattutto, non erano assolutamente prioritari rispetto alla sicurezza delle scuole e dei nostri bambini».


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.