Gkn, l’eurodeputata Bonafè deposita un’interrogazione alla Commissione Europea

Il commento: "E' una vicenda vergognosa per cui è necessario prendere azioni"

70

CAMPI BISENZIO (FI)- Lo scorso fine settimana la multinazionale Gkn che produce semiassi per automobili e che ha sede a Campo Bisenzio (Firenze) ha fatto recapitare ai suoi dipendenti ben 422 lettere telematiche di licenziamento generando una mobilitazione all’interno dello stabilimento per le modalità di annuncio dalla validità immediata. Con nessuno presente in fabbrica è bastata una notifica sullo smartphone per cambiare la vita dei lavoratori e delle loro relative famiglie. Dinanzi ad una notizia del genere dalla mattina di venerdì gli operai si sono posti in assemblea permanente per opporsi alla decisione aziendale.

Numerose, dall’annuncio dei licenziamenti, le manifestazioni di vicinanza espresse ai lavoratori di Gkn. Tra queste, l’eurodeputata PD Simona Bonafè ha annunciato sui suoi canali social che ha depositato, all’attenzione della Comunità Europea, un’interrogazione in merito alla vicenda.

“Sulla vergognosa vicenda della GKN– scrive la parlamentare-, la multinazionale di proprietà di un fondo d’investimento che ha comunicato il licenziamento in tronco di 422 dipendenti dello stabilimento di Campi Bisenzio senza preavviso e tramite mail, ho appena depositato un’interrogazione alla Commissione europea in cui chiedo di intraprendere azioni per assicurare che le multinazionali non possano delocalizzare all’interno dell’Unione puntando sulle diverse condizioni salariali e fiscali degli Stati membri, a discapito della tutela occupazionale e dei diritti dei lavoratori.”


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.