LATINA – Nella mattinata del 19 Novembre la comunità studentesca è scesa in Piazza del Popolo con un corteo per rivendicare degli investimenti sul futuro dei giovani, che proprio in questi anni vengono a mancare: strutture fatiscenti, didattiche antiquate, sfruttamento, salute mentale e clima allo sfascio.

 

Gli studenti esigono più rappresentazione all’interno della politica, che li vede spesso esclusi, e investimenti stanziati per i progetti di riforma scolastica. 

Il PNRR non include sufficienti fondi per questi progetti, dimostrando ulteriormente quanto al nostro paese non interessiamo e che saremo sempre l’ultima ruota del carro, anche dopo una seria crisi del sistema d’istruzione dovuto alla recente pandemia. 

 

Siamo noi il futuro del mondo, siamo noi i futuri lavoratori e politici, siamo noi quelli a cui dovreste rivolgere le vostre attenzioni e le vostre speranze! Per questo chiediamo un serio impegno delle classi dirigenti affinché accolgano le nostre richieste e siano aperte ad un chiaro e serio dibattito. Siamo stanchi di essere invisibili agli occhi del mondo, e se per farci vedere dal mondo dovremo spaccarne le fondamenta, allora ripartiremo da zero!


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.



Articolo precedenteCovid, ancora morti e 1229 casi. I dati dell’Asl
Articolo successivoAppello dalla Regione e dalla ASL pontina ai cittadini dell’EST : ” Vaccinatevi “
Classe ’96, laureata in Management dei beni culturali presso l’università di Macerata. La carriera universitaria e lavorativa mi hanno formata nella scrittura online e giornalistica. Appassionata di arte e spettacolo. In continua formazione nel campo del marketing e della comunicazione.