Il Livorno soffre ma non cede, il pareggio con la W3 vale la finale

La rete di Frati vale la finale

21

LIVORNO – Tifare amaranto significa rassegnarsi a soffrire. Da sempre e per qualsiasi categoria. La partita di oggi non è certo stata un’eccezione con il Livorno che, passato in vantaggio con Frati, ha subito il pareggio di Tisei soffrendo fino all’ultimo ma riuscendo a staccare il pass per la finale nazionale.

Gli amaranto superano così lo scoglio W3 Maccarese grazie alla regola del gol in trasferta visto che nel complesso il bilancio dei 180 minuti, forte del 1 a 1 di oggi, segna un 3 a 3.

Per quanto riguarda la sfida di oggi, l’allenatore amaranto Giuseppe Angelini schiera i suoi con il consueto 4231 con la diga labronica Luci- Apolloni e Vantaggiato unico riferimento offensivo supportato da Pecchia, Frati e Torromino. Il Livorno parte col botto e dopo appena cinque giri d’orologio è avanti grazie alla rete di Frati. Alla metà del primo tempo i laziali pareggiano e da quel momento in poi inizia a crescere la sofferenza con la traversa prima e Pulidori poi che nella ripresa stoppano i tentativi ospiti.

Il Livorno non è ancora del tutto guarito ma, guardando il bicchiere mezzo pieno, quanto contava era il risultato e la squadra è riuscita ad ottenerlo. Adesso l’ultimo sforzo, è tempo di finale.


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.