“Vediamo cosa dicono le carte, io ho fiducia nella magistratura, ma io so che non ho fatto nulla”.

Lo dice all’AdnKronos, Matteo Adinolfi, l’europarlamentare della Lega il cui nome è finito nell’indagine della Dda di Roma per scambio elettorale politico mafioso in occasione dell’elezione amministrative per il rinnovo del Consiglio Comunale di Latina del 5 giugno 2016. “Non aggiungo altro, ora sto rientrando a Roma da Bruxelles”, dice il leghista.


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.



Articolo precedenteProlungata a domani 14 luglio l’allerta per vento e mareggiate
Articolo successivoLazio, Lega ”Zingaretti massacra gioco legale”
Classe ’96, laureata in Management dei beni culturali presso l’università di Macerata. La carriera universitaria e lavorativa mi hanno formata nella scrittura online e giornalistica. Appassionata di arte e spettacolo. In continua formazione nel campo del marketing e della comunicazione.