Latina: «Giochiamo X donare», torneo di burraco CRI per aiutare i bisognosi al Circolo Cittadino

111


LATINA – Ormai è una tradizione del Comitato Locale CRI di Latina. Domani, 26 novembre, nel Capoluogo si terrà il torneo di burraco «Giochiamo X Donare», ormai giunto alla sua undicesima edizione. Appuntamento, dunque, al Circolo Cittadino “Sante Palumbo”, in piazza del Popolo, dove a partire dalle 16 saranno decine di coppie a sfidarsi nelle smazzate con movimento Mitchell e poi con movimento danese.

Sin dalla prima edizione il torneo di Burraco è stato utilizzato per raccogliere fondi destinati alle attività assistenziali portate avanti dai volontari della Croce Rossa Italiana nel territorio pontino. Una di queste, solo a titolo di esempio, è la distribuzione di viveri di prima necessità agli indigenti della città. Un servizio anche questo ormai storico svolto dal Comitato di Latina. «Purtroppo, nel tempo registriamo un aumento progressivo di persone che si rivolgono a noi per ricevere qualcosa da mangiare o altro genere di assistenza di tipo sociale, nel senso più ampio del termine», ha spiegato Maria Luisa La Pietra, volontaria CRI da anni impegnata nel settore dei servizi socio-assistenziali della CRI a Latina.

La situazione economica generale, che da tempo ha colpito imprese e lavoratori, rende difficile anche la raccolta dei fondi. «Noi siamo consapevoli di questa situazione, la viviamo tutti, però a maggior ragione chiediamo di continuare a essere aiutati nelle nostre attività a favore dei più bisognosi e vulnerabili del nostro territorio, e ne stiamo organizzando diverse o comunque portiamo avanti quelle storiche, come l’assistenza ai senzatetto ora che si va nel periodo invernale», ha commentato Giancarlo Rufo, presidente del Comitato Locale CRI di Latina.


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.



Articolo precedenteAccoltellato da un minore rumeno, i Carabinieri hanno identificato e denunciato l’aggressore
Articolo successivoCalandrini sull’Alta Diagnostica: “Ci giochiamo il futuro, no ad accordi al ribasso”