Liberato dopo sei mesi ai domiciliari il 50enne di Aprilia accusato di lesioni aggravate e maltrattamenti. Nello specifico era accusato di aver pesantemente offeso e insultato la moglie che lo aveva lasciato, nella convinzione che avesse una relazione con un altro uomo, e di averla pedinata fino al posto di lavoro e picchiata con un bastone.

La donna aveva subito nell’occasione una ferita alla testa giudicata guaribile in sette giorni. Sempre secondo il racconto dell’ex moglie, l’imputato sarebbe salito in un secondo tempo sull’auto dove lei si trovava, alzandole le mani e poi colpendola con un ombrello.Tali comportamenti secondo l’accusa si sarebbero protratti dal febbraio 2021 – quando la vittima aveva interrotto la relazioni con lui – fino al novembre dello stesso anno.

A pronunciare la sentenza il giudice monocratico del Tribunale di Latina Clara Trapuzzano Molinaro a fronte di una richiesta del pubblico ministero di condanna a tre anni e due mesi di carcere.


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.